Archivio tag: angelo di mario

LOCA-PREMIO-DI-MARIO

PREMIO INTERNAZIONALE ANGELO DI MARIO proroga al 31 dicembre 2020

PREMIO INTERNAZIONALE ANGELO DI MARIO

Presidente onorario (in memoria): Giorgio Bàrberi Squarotti

 Angelo Lavora

Poesia, Racconti dal Territorio, Ricerca

 E  QUARTA EDIZIONE DEL FESTIVAL VALLECUPOLA BORGO DI POESIA

REGOLAMENTO

Art.1

ANGELO DI MARIO APS indice LA PRIMA edizione del  PREMIO INTERNAZIONALE ANGELO DI MARIO, poeta, scultore, studioso di lingua etrusca e lingue antiche nato a Vallecupola di Rocca Sinibalda il 12 aprile 1925 e scomparso a Poggio Mirteto il 21 agosto 2013. Di Mario ha ottenuto importanti premi ed ha condotto la sua ricerca artistica e linguistica in maniera totalmente libera da condizionamenti, recente il riconoscimento del suo Archivio come patrimonio nazionale da parte della Direzione Generale Archivi. E’ a lui dedicata una Biblioteca Casa Museo in Vallecupola riconosciuta dal Mibac (POLO IEI). All’intento di promuovere la figura di questa personalità si affianca l’obiettivo di  tutelare e valorizzare i beni  d’interesse artistico, storico, archeologico, naturalistico nelle zone svantaggiate di montagna, o di prossimità in generale, combattendo una povertà culturale indotta che ha cancellato e mortificato valori e storia dei territori italiani di provincia e  sostenere e favorire la RICERCA  scientifica nelle sue varie espressioni, dalla linguistica, alla storia, al patrimonio artistico, storico, naturalistico. Una particolare attenzione sarà data oltre alla Poesia all’Etruscologia ed alle antichità italiche (ambito di ricerca di Angelo Di Mario). Il Premio sarà un’opportunità concreta per giovani e meno giovani autori, voci ugualmente coraggiose ed autentiche.

Art.2

Il concorso è aperto ad autori italiani e stranieri dai 18 anni in poi e senza limiti di età. Possono essere presentate opere in lingua italiana e straniera con particolare attenzione alle finalità del Premio sopra esposte. Gli elaborati in lingua straniera dovranno pervenire corredati di traduzione in lingua italiana. Quota iscrizione: 30 euro se si partecipa con una sezione, se si partecipa con più di una sezione 5 euro in più per ogni sezione di concorso, da versare tramite bonifico intestato a Associazione Angelo Di Mario (Iban IT 10 H0832773740000000004977 BANCA CREDITO COOPERATIVO DI ROMA). Coloro che decideranno di donare, oltre alla quota di iscrizione, una somma ulteriore a propria discrezione avranno il proprio nome riportato come sostenitori del Premio e delle attività della Biblioteca Angelo Di Mario.

Art.3 SEZIONI

POESIA  solo inedito (poesia in lingua italiana e straniera, incluso lo haiku; poesia dialettale; musica e poesia. Si precisa che per lo haiku ci si deve attenere rigorosamente alle regole metriche)

Poesia in lingua italiana e straniera incluso lo haiku (testi stranieri con traduzione) – max 3 poesie, aperto anche alla silloge inedita (1 silloge a candidato)

Dialettale (Dialetti del Centro Italia, con traduzione) max 1 poesia

Musica e poesia max 1 brano

STORIE DAI TERRITORI edito ed inedito (aperto a narrazioni, saggi, tesi di laurea)

Questa sezione è dedicata alla narrazione e agli approfondimenti, in varie forme, di personaggi e territori, inclusa la Ricerca.

Il racconto può essere anche audiovisivo (docu-fiction/corti).

PREMIO SPECIALE ANGELO DI MARIO è invece aperto a tutti coloro che realizzeranno o un saggio, o una tesi di laurea, o un soggetto-sceneggiatura, dedicato all’artista e studioso, illustrandone l’attività nella sua interezza, o approfondendo per questa edizione il tema da titolo “Da Ilio a Velzna a Bolsena”. La Biblioteca Angelo Di Mario offrirà il necessario supporto di tipo informativo.  Il premio sarà scelto e conferito dalla Famiglia dell’artista.

Art.4. MODALITA’ DI INVIO

Si consiglia l’invio con posta elettronica (con la motivazione partecipazione al Premio Internazionale Angelo Di Mario ed. 2020), entro le ore 24:00 del 31 dicembre 2020, i candidati dovranno spedire alla mail mgraziadimario@gmail.com i materiali con cui intendono partecipare. Coloro che invece abbiano la necessità di inviare solo per posta devono inviare il materiale attraverso raccomandata con ricevuta di ritorno all’indirizzo Associazione Angelo Di Mario Via Sant’Antonio n. 1 02026 Vallecupola di Rocca Sinibalda (Rieti), Per ogni lavoro con cui si intende partecipare va consegnata una sola copia anonima. nel caso di sezioni che prevedono l’inedito inviare due copie di cui una con il nome dell’autore cancellato.

Dati da comunicare. Sezione, o sezioni, cui si intende partecipare. Nome, Cognome, eventuale pseudonimo, numero carta di identità, titolo di ogni opera, recapiti postali, telefonici e di posta elettronica, breve curriculum. Inoltre va inserita nella stessa nota informativa una dichiarazione sulla piena titolarità dell’opera e del carattere inedito da parte dell’autore e una dichiarazione di accettazione di tutte le condizioni stabilite dal premio, nonché della titolarità dei diritti di sfruttamento dell’opera senza limitazione, o onere alcuno, sulla stessa nei confronti di terzi. In generale per tutti i candidati alla scheda informativa dovrà essere allegata la fotocopia di versamento relativa alla iscrizione. Sarà cura della segreteria girare il materiale anonimo ai giurati (ad ogni opera sarà attribuito un numero o una sigla), senza indicare le generalità dell’autore e anche dell’editore (per le opere edite). Al termine della valutazione la giuria darà un voto complessivo ad ogni opera da 1 a 10.  Si prevedono 7 finalisti e menzioni speciali d’onore a numero libero e a giudizio della giuria, o dei membri della Angelo Di Mario APS. Per l’Audiovisivo e per la sezione di musica e poesia deve essere inviato un link scaricabile sempre con analoga procedura ed informazioni richieste. Per le tesi di laurea si dovrà allegare anche la fotocopia del certificato di laurea. Coloro che invece abbiano la necessità di inviare solo per posta devono spedire il materiale attraverso raccomandata con ricevuta di ritorno all’indirizzo Associazione Angelo Di Mario Via Sant’Antonio n. 1 02026 Vallecupola di Rocca Sinibalda (Rieti), per la sezione musica e poesia e per  l’audiovisivo allegare alla raccomandata un CD o DVD.

Data e luogo della cerimonia di premiazione saranno comunicate tempestivamente, ma si svolgeranno nella primavera del 2021.

E’ auspicabile che i finalisti per ogni sezione (7) presenzino alla cerimonia di premiazione e ritirino personalmente il premio. Saranno, tuttavia, accettate deleghe scritte per il ritiro dei premi stessi. I premi non saranno spediti ma sarà riconosciuto il piazzamento, in assenza dell’autore o delegato non sarà data lettura nel corso dell’evento, o proiezione video, solo comunicato il nome e il piazzamento.

All’interno del Premio Internazionale Angelo di Mario si terrà la quarta edizione del Festival Vallecupola Borgo di Poesia, cui saranno protagoniste assolute le sezioni di MUSICA E POESIA E POESIA DIALETTALE i cui vincitori saranno nominati sul posto (previa esibizione pubblica dei 7 finalisti a sezione) da una giuria composta da professionisti nominati dalla Angelo Di Mario APS e dal Presidente e soci del Partner “Associazione Culturale Vallecupola”.

Art.5.  LA GIURIA

Costituita da professionisti del settore la giuria sarà resa nota  nel corso delle premiazioni ufficiali. La Giuria, oltre a valutare le opere in concorso, può cooperare nella promozione delle iniziative ed attività culturali collegate al Premio, a sua discrezione. Il giudizio sarà insindacabile. Tutte le opere non verranno riconsegnate agli autori ma troveranno idonea collocazione e catalogazione presso la Biblioteca Angelo Di Mario, riconosciuta dal MIBAC e in S.B.N., e saranno messe a disposizione di tutti coloro che vorranno documentarsi.

Art.6. PREMI

POESIA inedito (esclusa la poesia dialettale e musica e poesia per le quali i premi saranno donati dalla Associazione Culturale Vallecupola e comunicati il giorno della premiazione)

1° premio assoluto

La poesia vincitrice verrà riprodotta e murata (con codice QR Code che ne permette l’ascolto) lungo le vie del paese con la sponsorizzazione del Comune di Rocca Sinibalda, inoltre verrà consegnato un trofeo ispirato ad un’opera di Angelo Di Mario ed una pergamena sulla quale verrà riportata la motivazione della prestigiosa giuria

2° e 3° premi

Ai vincitori sarà consegnata una targa in ceramica realizzata artigianalmente ed ispirata ad una opera di Angelo Di Mario e un diploma con la motivazione della giuria.

 

SEZIONI MUSICA e POESIA – POESIA DIALETTALE (Inedito)

I Premi (1°/2°/3° a sezione) saranno offerti dalla Associazione Culturale Vallecupola. La ANGELO DI MARIO APS consegnerà un diploma con la motivazione dei giurati.

SEZIONE STORIE DAI TERRITORI (sia per l’Edito che per l’Inedito)

Il 1° premio sarà un trofeo in ceramica ispirato ad una scultura di Angelo Di Mario ed una pergamena con le motivazioni della giuria

2° e 3° premi targa in ceramica realizzata artigianalmente ed ispirata all’opera di Angelo Di Mario e un diploma con la motivazione della giuria.

PREMIO SPECIALE ANGELO DI MARIO

Previsto un 1° premio assoluto per la saggistica e/o tesi di laurea e un 1° premio per il soggetto/sceneggiatura destinato alla futura realizzazione di un audiovisivo (docu-fiction).

Il premio prevede la Pubblicazione del saggio o della tesi di laurea, riguardo la sceneggiatura alla pubblicazione si affiancherà lo sforzo di mettere in contatto il vincitore con una casa di produzione, autorizzandolo  nel procedere anche indipendentemente al reperimento di risorse per la relativa produzione, sempre con il nulla osta e controllo sui contenuti della Angelo Di Mario APS e con l’obbligo di riportare indicazione del Premio stesso. Ai premiati sarà anche consegnato il trofeo ispirato ad una opera di Angelo Di Mario e la pergamena con la motivazione della giuria.

 

PER TUTTI I VINCITORI E FINALISTI

I vincitori e finalisti (comprese le  menzioni) saranno pubblicati in una Antologia, inoltre sarà messo a disposizione un ufficio stampa professionale ed il Premio sarà veicolato attraverso riviste specializzate e note a livello internazionale, quali ad esempio Fili D’Aquilone (rivista  diretta da Alessio Brandolini), La Tribuna Letteraria (diretta da Natale Luzzagni) e sul Blog Letterario di Nazario Pardini Alla Volta di Leucade, inoltre  su tutti i canali di comunicazione della Angelo Di Mario APS (quali le testate SABINA, www.thefilmseeker.com, www.sabinamagazine.it) , in primis una sezione al premio sarà dedicata agli autori sul sito www.bibliotecasamuseoangelodimario.com

La Casa Editrice EFFIGI (partner del Premio) contatterà direttamente gli autori che ritiene idonei alla pubblicazione, così come la stessa Angelo Di Mario APS potrà decidere di pubblicare opere di particolare interesse.

Art.6.

La partecipazione al PREMIO INTERNAZIONALE ANGELO DI MARIO comporta la piena ed incondizionata accettazione di tutte le clausole del Regolamento, ai sensi del Decreto Legislativo 30 giugno 2003 n. 196 e dal Regolamento UE 2016/679 per gli esclusivi fini del concorso. Organizzatore del Premio è ANGELO DI MARIO APS, sede internazionale: via Sant’Antonio n. 1, 002026 Vallecupola di Rocca Sinibalda (RI), Italia.  

Con la partecipazione al Concorso, il concorrente acconsente: al ricevimento di e-mail e telefonate; all’utilizzazione dei suoi dati personali (informazioni biografiche, nome, cognome, luogo di provenienza, immagini fotografiche etc.) per le finalità del Concorso; all’utilizzazione gratuita di tali dati per attività di informazione e promozione del Premio e di estratti della sua opera.

 

 

Segreteria cellulare 3473628200

Indirizzo mail: mgraziadimario@gmail.com

  • Indirizzo postale: Associazione Angelo Di Mario Via Sant’Antonio n. 1 02026 Vallecupola di Rocca Sinibalda (Rieti) Italia

Eventuali aggiornamenti, integrazioni e modifiche saranno comunicate attraverso il sito www.bibliotecasamuseoangelodimario.com

 

 

Share
carro dei SABINI

A Vallecupola un seminario sui SABINI: IL 5 E 6 AGOSTO

carro dei SABINIIl 5 e 6 agosto a Vallecupola si terrà il Seminario tenuto dalla Soprintendente PAOLA SANTORO dal titolo “I Sabini. Definizione di una identità culturale sulla base di ricognizioni topografiche e scavi archeologici”. L’iniziativa è organizzata all’interno del SIMBAS dalla Biblioteca Angelo Di Mario nell’ambito del progetto dal titolo “Dal reperto linguistico al reperto archeologico”. Presso Palazzo Iacobuzzi a partire dalle ore 10.00, per informazioni cell. 3473628200 Dopo il seminario i partecipanti potrannno assistere alla famosa sagra del pecorino e degli arrosticini di pecora, il seminario coincide con la tradizionale festa religiosa organizzata dai giovani di Vallecupola, in onore di Sant’Erasmo.

PAOLA SANTORO, già dirigente di ricerca del Consiglio Nazionale delle Ricerche ha diretto l’Istituto di Studi sulle civiltà italiche e del mediterraneo Antico e l’Istituto di Studi sulle Civiltà del Mediterraneo Antico del CNR . Direttore del Museo civico archeologico di Magliano Sabina “I Sabini del Tevere”.

Ha finalizzato la sua attività scientifica – nell’ambito delle ricerche sulle popolazioni dell’Italia antica – allo studio dell’etnogenesi , l’identità e la civiltà dei Sabini.
Nel percorso di studio ha diretto numerosi scavi (necropoli di Colle del Forno – Montelibretti-, necropoli di Poggio Sommavilla- Collevecchio -, necropoli del Giglio – Magliano Sabina e a Treboula Mutuesca- Monteleone Sabino, e ricerche topografiche mirate in alcune aree della Sabina tiberina (territorio dell’insediamento di Eretum, di Poggio Sommavilla e di Magliano Sabina, Progetto Galantina: area territoriale della Sabina tiberina tra il torrente Farfa ed il Galantina), portando alla conoscenza di queste importanti realtà archeologiche che hanno permesso di tracciare la storia di questa popolazione stanziata nella valle del Tevere dalla fase recente dell’età del ferro fino ad epoca tardo classica.
Ne ha pubblicato i risultati in numerosi articoli, che hanno contribuito a definire la strategia insediativa e la cultura dei Sabini stanziati nella valle del Tevere.

Nell’ambito delle ricerche etruscologiche ha diretto diverse campagne di scavo nella necropoli di Cerveteri come anche nell’area urbana e ha pubblicato“ Il Teatro ed il ciclo statuario giulio claudio”, Roma 1989, del quale ha curato anche la realizzazione, e Caere –3,1 “Vigna Parrocchiale, Lo scarico arcaico”, Roma 1992, oltre ad altri brevi articoli sui materiali provenienti dagli scavi di Cerveteri.

Share

Te la racconto io la mia storia!

pastori a vallecupola

Te la racconto io la mia storia

A Vallecupola primo appuntamento con  “Te la racconto io la mia storia”, progetto che nasce dalla Biblioteca Angelo Di Mario e che vede l’adesione dell’Istituto Comprensivo Marco Polo di Torricella in Sabina.  Venerdì 13 novembre 2015 i bambini di Belmonte visiteranno la Biblioteca Casa Museo Angelo Di Mario ed assisteranno alla lavorazione del formaggio pecorino, grazie alla presenza del pastore Angelino.

“Stimolare la curiosità, la ricerca ed il coinvolgimento dei ragazzi e insieme delle realtà presenti sul territorio, fornire materiali informativi e allo stesso tempo sollecitare una interattività creativa attraverso la realizzazione di interviste e di un percorso  di scrittura guidato, materiale che sarà oggetto, a fine anno scolastico, di una pubblicazione e presentazione pubblica”, è questo l’obiettivo che vedrà protagonisti  i bambini e insegnanti dei plessi di Longone, Collalto, Monteleone, Torricella, Colle di Tora, Belmonte, Rocca Sinibalda.

” L’obiettivo e di suscitare anche nei più piccoli il gusto di riscoprire il passato, si vuole dare loro la possibilità di conoscere la terra di appartenenza e comprendere le trasformazioni nel corso del tempo – spiega la direttrice della Biblioteca Maria Grazia Di Mario che ringrazia la preside Maria Desideri e la referente scolastica Tiziana Dilario, con l’intero corpo docente, per aver aderito all’iniziativa  svolta interamente in maniera volontaristica  -. Recuperare la memoria storica e capire il presente sono i punti forti del programma che  porterà gli  alunni  a rotazione nel paesino, quale centro di documentazione e punto di snodo verso l’intera area della Valle del Turano. Grazie alla ricca collezione di libri a carattere locale, gli alunni potranno approfondire la conoscenza storica, riconoscere i materiali presenti  selezionando  quelli utili a sviluppare argomenti di ricerca; saper trarre informazioni da documenti, immagini e testimonianze; acquisire proprietà di scrittura. Recuperare la memoria storica vuol dire anche incontrare il presente attraverso sopralluoghi e raccolta di testimonianze sul campo (interviste a pastori, contadini, operatori locali)”.   I temi scelti dalle insegnanti per il percorso didattico sono: la pastorizia e il mondo agricolo (scuola materna e primaria), la poesia dei pastori e il canto a braccio (scuola secondaria). E’ previsto un incontro/laboratorio con i maestri di canto a braccio Giampiero Giamogante e Donato De Acutis.

Share