Libri segnalati

 

corpusII.1.5

Corpus Inscriptionum Etruscarum, Academiis Litterarum Borussica et Saxonica legatum, Carolus Pauli primum edidit. Voluminis secundi, Instituti Studiis Etruscis et Italicis Provehendis et Academiae Scientiarum Berolinensis et Brandenburgensis communi opera et studio resumpti prolatique, Instituto Studiis de Gentibus Italiae Marisque Mediterranei Antiqui Provehendis Italicis Scientiis Pervestigandis Consilii curante. Sectionis I, Fasciculum 5 (Tit. 6325-6723) et additamentum Sectionis II, Fasciculi 1 (Tit. 8881-8927). Inscriptiones Veiis et in agro veientano, nepesino sutrinoque repertae, additis illis in agro capenate et falisco inventis, quae in fasciculo CIE II, 2, 1 desunt, nec non illis perpaucis in finitimis sabinis repertis, ediderunt Iohannes Colonna, Daniel F. Maras, 2006, pp. VIII-140 con figure e XXXVII tavole in bianco /nero f. t.

CORPUS INSCRIPTIONUM ETRUSCARUM a cura del Consiglio Nazionale delle Ricerche • Istituto di studi sul Mediterraneo antico e con la collaborazione dell’Istituto Nazionale di Studi Etruschi ed Italici e dell’Accademia delle Scienze di Berlino
Cm. 28 x 39

Istituti editoriali e poligrafici internazionali, Pisa • Roma

Il fascicolo è il quinto della prima sezione (e del volume secondo) del Corpus Inscriptionum Etruscarum, sezione che raccoglie tutte le iscrizioni ritrovate nell’Etruria meridionale e marittima. La particolare consistenza dell’epigrafia veiente, caratterizzata da un modesto numero di tituli, ha consigliato una redazione unitaria del presente volume, che comprende anche le iscrizioni su instrumentum, sebbene la posizione geografica di Veio lo ponga necessariamente nella prima parte del secondo volume – della quale costituisce la conclusione -, generalmente dedicata alle epigrafi monumentali. Gli autori hanno poi aggiunto degli addenda al primo fascicolo della seconda parte dello stesso volume (dedicato alle iscrizioni delle aree esterne all’Etruria propria), che si giustifica per la contiguità territoriale e culturale tra Veio e il territorio falisco-capenate. Come negli altri fascicoli, le iscrizioni pubblicate, dopo un’ampia introduzione che riassume la storia della località e delle ricerche, sono corredate da un ricco apparato fotografico, dalla descrizione, dalla datazione, dal disegno e dall’eventuale bibliografia. Un’articolata serie di indici (delle iscrizioni, della loro prima edizione, delle tavole e dei musei di riferimento) completa l’opera.

Sommario: Praemissa. De edendi rationibus. Notarum conspectus. Sectionis I, fasciculum 5 (6325-6723): Veii; Nepete; Sutrium. Additamentum sectionis II, fasciculi 1 (8881-8927): Capena et Ager Capenas; Ager Faliscus: Falerii; Narce; Cerchiano; Vignanello. Sabina. Indices et tabulae: Indices: Indices verborum; Index editionum priorum; Index tabularum; Index museorum; Index rerum. Tabulae.

Legatura in brossura pesante con copertina in cartone Murillo Fabriano avana con stampa ad un colore e plastificazione opaca.

 

CESARE BUONAMICI

NUOVO SAGGIO SULLA LINGUA ETRUSCA

DSC_2909

(lingua etrusca)[BUONAMICI Prof.GIULIO.]Nuovo Saggio sulla Lingua Etrusca. Parte Prima: Analisi dei Caratteri esterni dell’Etrusco. Sezione Prima: Alfabeto e Scrittura Etrusca. Faenza, 1910, (cm 32×21), 96 pp, bella copertina con fregio floreale della Lit.P.Morgagni di Faenza. (manoscritto ben curato ed in chiara grafia stampato come dispensa) (dorso rifatto) SEZIONE SECONDA: Ancora dell’alfabeto in particolare. Fonologia etrusca. Faenza, 1911, (cm 32×21), 106 pp, bella copertina con fregio floreale della Lit.P.Morgagni di Faenza. (manoscritto ben curato ed in chiara grafia stampato come dispensa) (dorso rifatto)

Sprazzi-luce-sulla-lingua-etrusca-parte-testo-analisi-826cf874-7ee1-4605-a7f0-485852309ace
Share