Archivio della categoria: news

carro dei SABINI

A Vallecupola un seminario sui SABINI: IL 5 E 6 AGOSTO

carro dei SABINIIl 5 e 6 agosto a Vallecupola si terrà il Seminario tenuto dalla Soprintendente PAOLA SANTORO dal titolo “I Sabini. Definizione di una identità culturale sulla base di ricognizioni topografiche e scavi archeologici”. L’iniziativa è organizzata all’interno del SIMBAS dalla Biblioteca Angelo Di Mario nell’ambito del progetto dal titolo “Dal reperto linguistico al reperto archeologico”. Presso Palazzo Iacobuzzi a partire dalle ore 10.00, per informazioni cell. 3473628200 Dopo il seminario i partecipanti potrannno assistere alla famosa sagra del pecorino e degli arrosticini di pecora, il seminario coincide con la tradizionale festa religiosa organizzata dai giovani di Vallecupola, in onore di Sant’Erasmo.

PAOLA SANTORO, già dirigente di ricerca del Consiglio Nazionale delle Ricerche ha diretto l’Istituto di Studi sulle civiltà italiche e del mediterraneo Antico e l’Istituto di Studi sulle Civiltà del Mediterraneo Antico del CNR . Direttore del Museo civico archeologico di Magliano Sabina “I Sabini del Tevere”.

Ha finalizzato la sua attività scientifica – nell’ambito delle ricerche sulle popolazioni dell’Italia antica – allo studio dell’etnogenesi , l’identità e la civiltà dei Sabini.
Nel percorso di studio ha diretto numerosi scavi (necropoli di Colle del Forno – Montelibretti-, necropoli di Poggio Sommavilla- Collevecchio -, necropoli del Giglio – Magliano Sabina e a Treboula Mutuesca- Monteleone Sabino, e ricerche topografiche mirate in alcune aree della Sabina tiberina (territorio dell’insediamento di Eretum, di Poggio Sommavilla e di Magliano Sabina, Progetto Galantina: area territoriale della Sabina tiberina tra il torrente Farfa ed il Galantina), portando alla conoscenza di queste importanti realtà archeologiche che hanno permesso di tracciare la storia di questa popolazione stanziata nella valle del Tevere dalla fase recente dell’età del ferro fino ad epoca tardo classica.
Ne ha pubblicato i risultati in numerosi articoli, che hanno contribuito a definire la strategia insediativa e la cultura dei Sabini stanziati nella valle del Tevere.

Nell’ambito delle ricerche etruscologiche ha diretto diverse campagne di scavo nella necropoli di Cerveteri come anche nell’area urbana e ha pubblicato“ Il Teatro ed il ciclo statuario giulio claudio”, Roma 1989, del quale ha curato anche la realizzazione, e Caere –3,1 “Vigna Parrocchiale, Lo scarico arcaico”, Roma 1992, oltre ad altri brevi articoli sui materiali provenienti dagli scavi di Cerveteri.

Share

a vallecupola gli eventi estivi

Share
Camminando con chiesetta Lago Turano - escursionisti

Simbas: secondo evento per la Biblioteca Angelo Di Mario

Camminando con chiesetta Lago Turano - escursionisti

Secondo appuntamento per la Biblioteca Angelo Di Mario nell’ambito di SIMBAS: l’escursione alla Madonna di Pagaret domenica 2 luglio. 

Il programma: ore 7.30 ritrovo davanti alla Biblioteca Angelo Di Mario a Vallecupola, si parte per il Santuario (portarsi una piccola colazione), alle ore 11.30 si torna in paese dove c’è la caratteristica processione solenne dedicata al patrono Sant’Antonio, accompagnata dalla Banda Musicale di Marcetelli, si chiude con un rinfresco offerto dai ragazzi della Associazione Culturale Vallecupola.  Per l’evento si prevede la Collaborazione con Camminando Con.

L’evento è organizzato dalla Biblioteca Angelo Di Mario. Dotarsi di scarpe da trekking o ginnastica, cappello, acqua, colazione. Evento gratuito. Per informazioni 3473628200

Share
benelli enrico

A Vallecupola il noto etruscologo ENRICO BENELLI, domenica 25 giugno

benelli enrico

Enrico Benelli, etruscologo, ricercatore dal 2001, con particolare specializzazione nel campo dell’epigrafia. In questo settore, ha approfondito numerose tematiche, tra le quali quelle storico-antropologiche sottese alle prime manifestazioni epigrafiche etrusche e centro-italiche in genere.

Di questo tema parlerà a Vallecupola di Rocca Sinibalda (presso il Palazzo Iacobuzzi) nell’ambito del progetto SIMBAS cui ha aderito come partner privato la biblioteca Angelo Di Mario con una serie di eventi che ugualmente coinvolgeranno esperti del settore di livello internazionale. Un personaggio, Benelli, che ben si sposa con il progetto presentato dalla Biblioteca dal titolo “Dal reperto Linguistico al reperto Archeologico”.

Un altro tema privilegiato nella ricerca di Benelli, infatti, è quello dell’epigrafia chiusina di età ellenistica, nel contesto storico, archeologico e sociale della città e dell’Etruria ellenistica in senso più ampio. Elemento prevalente nella maggior parte della sua produzione scientifica è la ricostruzione della storia della società etrusca attraverso le testimonianze epigrafiche, studiate sotto l’aspetto testuale e archeologico allo stesso tempo. Nell’ambito delle attività dell’ISCIMA, è titolare dei progetti di ricerca inerenti l’epigrafia etrusca e italica.

Un ulteriore campo di specializzazione, sviluppato attraverso anni di attività di scavo e ricerca fra Abruzzo, Marche e Sabina, è l’archeologia dei popoli centro-italici, soprattutto nella fase orientalizzante e arcaica. Si occupa inoltre con particolare cura di tematiche di divulgazione scientifica ed è stato autore di numerose conferenze destinate al grande pubblico e di contributi su periodici di ampia diffusione.

Share
P1130903

A Vallecupola Convegno sulle risorse idriche e Inaugurazione del Borgo Albergo

26 aprile 2017  organizzato dalla Biblioteca Angelo Di Mario un doppio evento, un convegno sulle risorse idriche e il rischio idrogeologico (vedi il periodico SABINA), e l’Inaugurazione del Borgo Albergo. Nelle foto a destra i relatori (da sinistra) Stefano Berton (della Società Acqua Pubblica Sabina), il tecnico Aldo Gregori e il vicesindaco Stefano Micheli, nella foto di sinistra Micheli e Gregori  con Ivo Serpietri, il coordinatore per il Borgo Albergo e titolare (con il figlio Daniele) della Home Restaurant Da Daniele. Nella foto al centro i ragazzi dell’I.I.S. di Poggio Mirteto i quali hanno presentato gli eventi della mattinata nell’ambito di un accordo di collaborazione siglato tra l’istituto scolastico e la Biblioteca Angelo Di Mario.

Share

A Vallecupola partito il progetto della Biblioteca Diffusa

Anche a Vallecupola, nella Biblioteca Angelo Di Mario, è partito il progetto della BIBLIOTECA DIFFUSA, in sinergia con la RISERVA DI NAVEGNA E CERVIA e in collaborazione con la biblioteche di Paganico, Collalto, di Rocca Sinibalda e della Libera Biblioteca PG Terzi di Roma. Un progetto che, oltre a formare i giovani volontari, raccoglie una grande sfida, quella di attivare sinergie per iniziare a promuovere il territorio puntando proprio sulla cultura e sul libro quali attrattori turistici. Grazie a questo progetto la biblioteca sarà aperta tutti i giorni della settimana.

Share
5permille

Donate il vostro5xmille a Vallecupola

5permillePerché donare il 5x mille alla Associazione Angelo Di Mario di Vallecupola? Perché ha già realizzato FATTI CONCRETI.

Quali?

Grazie alla Associazione, nata per mettere a disposizione della collettività, non solo di Vallecupola, ma della Sabina intera, il patrimonio di Angelo Di Mario (poeta, scultore ed etruscologo originario del paesino) è stata fondata una Biblioteca  in un paese dove sono rimaste solo 4o persone residenti, senza un negozio, un bar, un ristorante, un borgo immerso in uno scenario naturalistico incontaminato, completamente abbandonato e sottovalutato nelle potenzialità turistiche.

La Biblioteca, aperta il venerdì e il sabato, gestisce un patrimonio librario importante, circa 6000 tra libri e riviste che si possono consultare in qualsiasi luogo d’Italia e del mondo, dal momento che è inserita ufficialmente nel catalogo del Sistema Bibliotecario Nazionale (SBN) dell’Istituto Centrale per il Catalogo Unico (ICCU). Un fatto davvero straordinario per un paesino come Vallecupola e per le Valli  del Salto e del Turano. Il valore dei materiali e la personalità poliedrica di Angelo Di Mario hanno portato sia al riconoscimento da parte del Mibac che dalla Regione Lazio, grazie alla quale la Biblioteca è anche nominata come CASA MUSEO.

Grazie all’esposto inviato dalla direttrice alla Procura della Repubblica è stato attivato anche INTERNET,  qualsiasi visitatore ora può, accedendo in biblioteca, usufruire del servizio gratuitamente.

La Biblioteca ha organizzato nell’arco di un anno 11 eventi culturali portando sul posto almeno duemila persone ed ha sempre coinvolto nella sua attività l’Associazione Culturale di Vallecupola, proprio per cercare di restituire  nei giovani la fiducia nella potenzialità del paese.

L’Associazione ha promosso l’idea dell’ALBERGO DIFFUSO ed attratto alcuni operatori turistici che si stanno organizzando per portare nel paesino turisti dall’Inghilterra e dalla Germania.

L’Associazione ha creato OCCUPAZIONE: nel 2015 con un contratto a progetto del quale ha usufruito un giovane di Vallecupola, nel 2016 è stato invece attivato un contratto di Garanzia Giovani sempre a favore di un giovane originario del posto.

L’Associazione sta operando con le scuole del territorio per far conoscere ai bambini la loro storia, in particolare è stato attivato il progetto “Te la racconto io la mia storia” in sinergia con l’Istituto di Torricella in Sabina Marco Polo, che ha coinvolto in laboratori didattici e visite circa 250 bambini, dall’asilo alla scuola media. Anche questo progetto è stato svolto a costo zero per la scuola, la Biblioteca ha operato gratuitamente. Sempre con l’Istituto di Torricella (e grazie all’interessamento di Umberto Baglioni) quest’anno si terrà la prima edizione del concorso di disegno dal titolo “Angelo Di Mario nostro concittadino: poeta scultore etruscologo”. E’ coinvolto il plesso di Rocca Sinibalda.

Grazie all’interessamento della Biblioteca la Fondazione Varrone ha inoltre riconosciuto alla scuola un numero di computer che copre il fabbisogno delle sezioni presenti nei vari paesini.

L’Associazione è entrata in sinergia con La Riserva di Navegna e Cervia, a giugno 2016 partiranno l’importante progetto dell’Ippovia e della Biblioteca Diffusa.

DUNQUE L’ASSOCIAZIONE, SENZA RISORSE DI ALCUN TIPO, HA FATTO FATTI E NON PAROLE, FATTI CONCRETI.

PER QUESTO TI CHIEDIAMO DI SOSTENERCI: PERCHE’ ABBIAMO CREDUTO CHE DALLA ‘CULTURA ‘ POTESSE RIPARTIRE L’ECONOMIA

 

E SIAMO SOLO ALL’INIZIO DI UNA ‘FANTASTICA AVVENTURA’

 

Share