Archivio della categoria: eventi

copertina premio

PREMIO INTERNAZIONALE ANGELO DI MARIO Al via le iscrizioni

PREMIO INTERNAZIONALE ANGELO DI MARIO

Presidente onorario (in memoria): Giorgio Bàrberi Squarotti

 Angelo Lavora

Poesia, Racconti dal Territorio, Ricerca

 E  QUARTA EDIZIONE DEL FESTIVAL VALLECUPOLA BORGO DI POESIA

REGOLAMENTO

Art.1

ANGELO DI MARIO APS indice LA PRIMA edizione del  PREMIO INTERNAZIONALE ANGELO DI MARIO, poeta, scultore, studioso di lingua etrusca e lingue antiche nato a Vallecupola di Rocca Sinibalda il 12 aprile 1925 e scomparso a Poggio Mirteto il 21 agosto 2013. Di Mario ha ottenuto importanti premi ed ha condotto la sua ricerca artistica e linguistica in maniera totalmente libera da condizionamenti, recente il riconoscimento del suo Archivio come patrimonio nazionale da parte della Direzione Generale Archivi. E’ a lui dedicata una Biblioteca Casa Museo in Vallecupola riconosciuta dal Mibac (POLO IEI). All’intento di promuovere la figura di questa personalità si affianca l’obiettivo di  tutelare e valorizzare i beni  d’interesse artistico, storico, archeologico, naturalistico nelle zone svantaggiate di montagna, o di prossimità in generale, combattendo una povertà culturale indotta che ha cancellato e mortificato valori e storia dei territori italiani di provincia e  sostenere e favorire la RICERCA  nelle sue varie espressioni, dalla linguistica, alla storia, al patrimonio artistico, storico, naturalistico. Una particolare attenzione sarà data all’Etruscologia ed alle antichità italiche (ambito di ricerca di Angelo Di Mario). Il Premio sarà un’opportunità concreta per giovani e meno giovani autori, voci ugualmente coraggiose ed autentiche.

Art.2

Il concorso è aperto ad autori italiani e stranieri dai 18 anni in poi e senza limiti di età. Possono essere presentate opere in lingua italiana e straniera con particolare attenzione alle finalità del Premio sopra esposte. Gli elaborati in lingua straniera dovranno pervenire corredati di traduzione in lingua italiana. Quota iscrizione: 30 euro se si partecipa con una sezione, se si partecipa con più di una sezione 5 euro in più per ogni sezione di concorso, da versare tramite bonifico intestato a Associazione Angelo Di Mario (Iban IT 10 H0832773740000000004977 BANCA CREDITO COOPERATIVO DI ROMA). Coloro che decideranno di donare, oltre alla quota di iscrizione, una somma ulteriore a propria discrezione avranno il proprio nome riportato come sostenitori del Premio e delle attività della Biblioteca Angelo Di Mario.

Art.3 SEZIONI

POESIA  solo inedito (poesia in lingua italiana e straniera, incluso lo haiku; poesia dialettale; musica e poesia. Si precisa che per lo haiku ci si deve attenere rigorosamente alle regole metriche)

Poesia in lingua italiana e straniera (se straniera con traduzione) – max 3 poesie, aperto anche alla silloge inedita (1 silloge a candidato)

Dialettale (Dialetti del Centro Italia, con traduzione) max 1 poesia

Musica e poesia max 1 brano

STORIE DAI TERRITORI edito ed inedito (aperto a narrazioni, saggi, tesi di laurea)

Questa sezione è dedicata alla narrazione e agli approfondimenti, in varie forme, di personaggi e territori, inclusa la Ricerca.

Il racconto può essere anche audiovisivo (docu-fiction/corti).

PREMIO SPECIALE ANGELO DI MARIO è invece aperto a tutti coloro che realizzeranno o un saggio, o una tesi di laurea, o un soggetto-sceneggiatura, dedicato all’artista e studioso, illustrandone l’attività nella sua interezza, o approfondendo per questa edizione il tema da titolo “Da Ilio a Velzna a Bolsena”. La Biblioteca Angelo Di Mario offrirà il necessario supporto di tipo informativo.  Il premio sarà scelto e conferito dalla Famiglia dell’artista.

Art.4. MODALITA’ DI INVIO

Si consiglia l’invio con posta elettronica (con la motivazione partecipazione al Premio Internazionale Angelo Di Mario ed. 2020), entro le ore 24 maggio 2020 i candidati dovranno spedire alla mail mgraziadimario@gmail.com i materiali con cui intendono partecipare.

Dati da comunicare. Sezione, o sezioni, cui si intende partecipare. Nome, Cognome, eventuale pseudonimo, numero carta di identità, titolo di ogni opera, recapiti postali, telefonici e di posta elettronica, breve curriculum. Inoltre va inserita nella stessa nota informativa una dichiarazione sulla piena titolarità dell’opera e del carattere inedito da parte dell’autore e una dichiarazione di accettazione di tutte le condizioni stabilite dal premio, nonché della titolarità dei diritti di sfruttamento dell’opera senza limitazione, o onere alcuno, sulla stessa nei confronti di terzi. In generale per tutti i candidati alla scheda informativa dovrà essere allegata la fotocopia di versamento relativa alla iscrizione. Sarà cura della segreteria girare il materiale anonimo ai giurati (ad ogni opera sarà attribuito un numero o una sigla), senza indicare le generalità dell’autore e anche dell’editore (per le opere edite). Al termine della valutazione la giuria darà un voto complessivo ad ogni opera da 1 a 10.  Si prevedono 7 finalisti e menzioni speciali d’onore a numero libero e a giudizio della giuria, o dei membri della Angelo Di Mario APS. Per l’Audiovisivo e per la sezione di musica e poesia deve essere inviato un link scaricabile sempre con analoga procedura ed informazioni richieste. Per le tesi di laurea si dovrà allegare anche la fotocopia del certificato di laurea. Coloro che invece abbiano la necessità di inviare solo per posta devono spedire il materiale attraverso raccomandata con ricevuta di ritorno all’indirizzo Associazione Angelo Di Mario Via Sant’Antonio n. 1 02026 Vallecupola di Rocca Sinibalda (Rieti), per la sezione musica e poesia e per  l’audiovisivo allegare alla raccomandata un CD o DVD.

Data e luogo della cerimonia di premiazione saranno comunicate tempestivamente, ma si svolgeranno nel corso del mese di settembre/ottobre 2020.

E’ auspicabile che i finalisti per ogni sezione (7) presenzino alla cerimonia di premiazione e ritirino personalmente il premio. Saranno, tuttavia, accettate deleghe scritte per il ritiro dei premi stessi. I premi non saranno spediti ma sarà riconosciuto il piazzamento, in assenza dell’autore o delegato non sarà data lettura nel corso dell’evento, o proiezione video, solo comunicato il nome e il piazzamento.

All’interno del Premio Internazionale Angelo di Mario si terrà la quarta edizione del Festival Vallecupola Borgo di Poesia, cui saranno protagoniste assolute le sezioni di MUSICA E POESIA E POESIA DIALETTALE i cui vincitori saranno nominati sul posto (previa esibizione pubblica dei 7 finalisti a sezione) da una giuria composta da professionisti nominati dalla Angelo Di Mario APS e dal Presidente e soci del Partner “Associazione Culturale Vallecupola”.

Art.5.  LA GIURIA

Costituita da professionisti del settore la giuria sarà resa nota  nel corso delle premiazioni ufficiali. La Giuria, oltre a valutare le opere in concorso, può cooperare nella promozione delle iniziative ed attività culturali collegate al Premio, a sua discrezione. Il giudizio sarà insindacabile. Tutte le opere non verranno riconsegnate agli autori ma troveranno idonea collocazione e catalogazione presso la Biblioteca Angelo Di Mario, riconosciuta dal MIBAC e in S.B.N., e saranno messe a disposizione di tutti coloro che vorranno documentarsi.

Art.6. PREMI

POESIA inedito (esclusa la poesia dialettale e musica e poesia per le quali i premi saranno donati dalla Associazione Culturale Vallecupola e comunicati il giorno della premiazione)

1° premio assoluto

La poesia vincitrice verrà riprodotta e murata (con codice QR Code che ne permette l’ascolto) lungo le vie del paese con la sponsorizzazione del Comune di Rocca Sinibalda, inoltre verrà consegnato un trofeo ispirato ad un’opera di Angelo Di Mario ed una pergamena sulla quale verrà riportata la motivazione della prestigiosa giuria

2° e 3° premi

Ai vincitori sarà consegnata una targa in ceramica realizzata artigianalmente ed ispirata ad una opera di Angelo Di Mario e un diploma con la motivazione della giuria.

 

SEZIONI MUSICA e POESIA – POESIA DIALETTALE (Inedito)

I Premi (1°/2°/3° a sezione) saranno offerti dalla Associazione Culturale Vallecupola. La ANGELO DI MARIO APS consegnerà un diploma con la motivazione dei giurati.

SEZIONE STORIE DAI TERRITORI (sia per l’Edito che per l’Inedito)

Il 1° premio sarà un trofeo in ceramica ispirato ad una scultura di Angelo Di Mario ed una pergamena con le motivazioni della giuria

2° e 3° premi targa in ceramica realizzata artigianalmente ed ispirata all’opera di Angelo Di Mario e un diploma con la motivazione della giuria.

PREMIO SPECIALE ANGELO DI MARIO

Previsto un 1° premio assoluto per la saggistica e/o tesi di laurea e un 1° premio per il soggetto/sceneggiatura destinato alla futura realizzazione di un audiovisivo (docu-fiction).

Il premio prevede la Pubblicazione del saggio o della tesi di laurea, riguardo la sceneggiatura alla pubblicazione si affiancherà lo sforzo di mettere in contatto il vincitore con una casa di produzione, autorizzandolo  nel procedere anche indipendentemente al reperimento di risorse per la relativa produzione, sempre con il nulla osta e controllo sui contenuti della Angelo Di Mario APS e con l’obbligo di riportare indicazione del Premio stesso. Ai premiati sarà anche consegnato il trofeo ispirato ad una opera di Angelo Di Mario e la pergamena con la motivazione della giuria.

 

PER TUTTI I VINCITORI E FINALISTI

I vincitori e finalisti (comprese le  menzioni) saranno pubblicati in una Antologia, inoltre sarà messo a disposizione un ufficio stampa professionale ed il Premio sarà veicolato attraverso riviste specializzate e note a livello internazionale, quali ad esempio Fili D’Aquilone (rivista  diretta da Alessio Brandolini) e su tutti i canali di comunicazione della Angelo Di Mario APS (quali le testate SABINA, www.thefilmseeker.com, www.sabinamagazine.it) , in primis una sezione al premio sarà dedicata agli autori sul sito www.bibliotecasamuseoangelodimario.com

La Casa Editrice EFFIGI (partner del Premio) contatterà direttamente gli autori che ritiene idonei alla pubblicazione, così come la stessa Angelo Di Mario APS potrà decidere di pubblicare opere di particolare interesse.

Art.6.

La partecipazione al PREMIO INTERNAZIONALE ANGELO DI MARIO comporta la piena ed incondizionata accettazione di tutte le clausole del Regolamento, ai sensi del Decreto Legislativo 30 giugno 2003 n. 196 e dal Regolamento UE 2016/679 per gli esclusivi fini del concorso. Organizzatore del Premio è ANGELO DI MARIO APS, sede internazionale: via Sant’Antonio n. 1, 002026 Vallecupola di Rocca Sinibalda (RI), Italia.  

Con la partecipazione al Concorso, il concorrente acconsente: al ricevimento di e-mail e telefonate; all’utilizzazione dei suoi dati personali (informazioni biografiche, nome, cognome, luogo di provenienza, immagini fotografiche etc.) per le finalità del Concorso; all’utilizzazione gratuita di tali dati per attività di informazione e promozione del Premio e di estratti della sua opera.

 

 

Segreteria cellulare 3473628200

Indirizzo mail: mgraziadimario@gmail.com

  • Indirizzo postale: Associazione Angelo Di Mario Via Sant’Antonio n. 1 02026 Vallecupola di Rocca Sinibalda (Rieti) Italia

Eventuali aggiornamenti, integrazioni e modifiche saranno comunicate attraverso il sito www.bibliotecasamuseoangelodimario.com

 

 

Share
carro dei SABINI

A Vallecupola un seminario sui SABINI: IL 5 E 6 AGOSTO

carro dei SABINIIl 5 e 6 agosto a Vallecupola si terrà il Seminario tenuto dalla Soprintendente PAOLA SANTORO dal titolo “I Sabini. Definizione di una identità culturale sulla base di ricognizioni topografiche e scavi archeologici”. L’iniziativa è organizzata all’interno del SIMBAS dalla Biblioteca Angelo Di Mario nell’ambito del progetto dal titolo “Dal reperto linguistico al reperto archeologico”. Presso Palazzo Iacobuzzi a partire dalle ore 10.00, per informazioni cell. 3473628200 Dopo il seminario i partecipanti potrannno assistere alla famosa sagra del pecorino e degli arrosticini di pecora, il seminario coincide con la tradizionale festa religiosa organizzata dai giovani di Vallecupola, in onore di Sant’Erasmo.

PAOLA SANTORO, già dirigente di ricerca del Consiglio Nazionale delle Ricerche ha diretto l’Istituto di Studi sulle civiltà italiche e del mediterraneo Antico e l’Istituto di Studi sulle Civiltà del Mediterraneo Antico del CNR . Direttore del Museo civico archeologico di Magliano Sabina “I Sabini del Tevere”.

Ha finalizzato la sua attività scientifica – nell’ambito delle ricerche sulle popolazioni dell’Italia antica – allo studio dell’etnogenesi , l’identità e la civiltà dei Sabini.
Nel percorso di studio ha diretto numerosi scavi (necropoli di Colle del Forno – Montelibretti-, necropoli di Poggio Sommavilla- Collevecchio -, necropoli del Giglio – Magliano Sabina e a Treboula Mutuesca- Monteleone Sabino, e ricerche topografiche mirate in alcune aree della Sabina tiberina (territorio dell’insediamento di Eretum, di Poggio Sommavilla e di Magliano Sabina, Progetto Galantina: area territoriale della Sabina tiberina tra il torrente Farfa ed il Galantina), portando alla conoscenza di queste importanti realtà archeologiche che hanno permesso di tracciare la storia di questa popolazione stanziata nella valle del Tevere dalla fase recente dell’età del ferro fino ad epoca tardo classica.
Ne ha pubblicato i risultati in numerosi articoli, che hanno contribuito a definire la strategia insediativa e la cultura dei Sabini stanziati nella valle del Tevere.

Nell’ambito delle ricerche etruscologiche ha diretto diverse campagne di scavo nella necropoli di Cerveteri come anche nell’area urbana e ha pubblicato“ Il Teatro ed il ciclo statuario giulio claudio”, Roma 1989, del quale ha curato anche la realizzazione, e Caere –3,1 “Vigna Parrocchiale, Lo scarico arcaico”, Roma 1992, oltre ad altri brevi articoli sui materiali provenienti dagli scavi di Cerveteri.

Share
mario polia

Simbas: Vallecupola incontra l’antropologo Mario Polia

A Vallecupola di Rocca Sinibalda un evento da non perdere è quello con Mario Polia organizzato dalla Biblioteca Angelo Di Mario nell’ambito di SIMBAS e del progetto di ricerca dal titolo “Dal Reperto Linguistico al Reperto Archeologico”. L’incontro con Polia non si terrà il 16 luglio ma è stato spostato al 22 luglio (ore 10.00/13.30) nel Palazzo Iacobuzzi, Polia ci accompagnerà nel misterioso mondo delle parole e dei loro legami con l’archeologia parlando di “Glottologia e ricostruzione della storia“. 

Mario Polia (Roma, 20 maggio 1947) è uno storico, antropologo, etnografo, e archeologo italiano, specialista in antropologia religiosa e storia delle religioni. Mario Polia nasce a Roma dove si laurea in Archeologia presso l’Università “La Sapienza”. 

Per diversi anni è stato direttore del programma di ricerca, allestito dal Ministero degli Affari Esteri e del Centro Studi Ricerche Ligabue di Venezia, che ha studiato lo sciamanesimo andino nel contesto di un’indagine sulle tradizioni indigene. È professore di Antropologia alla Pontificia Università Gregoriana di Roma, direttore del Museo Demo-antropologico di Leonessa, paese del reatino dove attualmente risiede, Presidente del Centro Studi delle Tradizioni Picene a Ascoli Piceno. Nell’anno 1999 ha vinto il Premio Paolo Toschi , per la ricerca sul campo. Già docente di Antropologia Medica, presso la Pontificia Universidad Católica di Lima, ha fondato il periodico di antropologia religiosa “I quaderni di Avallon”. Alterna attività di saggista a quella di conferenziere in Italia e all’estero. Polia è attivo fin dal 1971 nel campo scientifico della ricerca archeologica e antropologica nelle Ande peruviane. Mario Polia coordina anche diversi progetti sul territorio italiano finalizzati alla ricerca demoantropologica e alla salvaguardia della memoria storica. 

In particolare ha studiato due aree dell’Italia centrale: il territorio intorno alla città di Leonessa, nel reatino, e il territorio intorno ad Ascoli Piceno. Il metodo da lui seguito prevede da un lato l’attenta ricerca scientifica delle fonti esistenti e della bibliografia prodotta, dall’altro l’indagine diretta sul campo attraverso interviste a testimoni e portatori della tradizione orale e della memoria storica, soprattutto in ambito rurale, che egli chiama “informatori”. 

Attraverso queste ricerche, che egli espone nelle relative pubblicazioni interpretando i dati etnografici raccolti dalle interviste, Polia si pone l’obiettivo di tracciare un profilo genuino della cultura popolare per quanto riguarda la percezione del sacro evidenziandone le due anime in essa esistenti: l’anima magica, autoctona e l’anima devozionale, cristiana. Altro scopo è quello di ricercare quegli elementi comuni tra le varie forme popolari tradizionali occidentali che attraverso uno studio scientifico comparativo risulteranno incredibilmente spesso affini. 

Successivamente la stessa metodologia scientifica è stata applicata sullo studio della Valtournenche nella Valle d’Aosta ai piedi del monte Cervino e soprattutto della Valnerina in Umbria, dove, per incarico dell’Associazione dei Comuni, coordina un programma di ricerche sul campo che prevede la realizzazione di una linea di prodotti editoriali differenziati. Ha all’attivo decine di pubblicazioni.

Share
P1130903

A Vallecupola Convegno sulle risorse idriche e Inaugurazione del Borgo Albergo

26 aprile 2017  organizzato dalla Biblioteca Angelo Di Mario un doppio evento, un convegno sulle risorse idriche e il rischio idrogeologico (vedi il periodico SABINA), e l’Inaugurazione del Borgo Albergo. Nelle foto a destra i relatori (da sinistra) Stefano Berton (della Società Acqua Pubblica Sabina), il tecnico Aldo Gregori e il vicesindaco Stefano Micheli, nella foto di sinistra Micheli e Gregori  con Ivo Serpietri, il coordinatore per il Borgo Albergo e titolare (con il figlio Daniele) della Home Restaurant Da Daniele. Nella foto al centro i ragazzi dell’I.I.S. di Poggio Mirteto i quali hanno presentato gli eventi della mattinata nell’ambito di un accordo di collaborazione siglato tra l’istituto scolastico e la Biblioteca Angelo Di Mario.

Share
festivaldellevalli

Festival delle Valli: tra i partner la Biblioteca Angelo Di Mario

festivaldellevalli

Dal 23 al 25 aprile 2016 il primo Festival delle Valli Salto, Turano e Velino in provincia di Rieti con la partecipazione della Biblioteca Angelo Di Mario

15 eventi tra escursioni a piedi e in bici, mostre, esperienze interattive con la biodiversità, tra antichi borghi e sentieri sparpagliati nelle tre valli, attraversate da itinerari di lunga percorrenza: Sentiero Europeo E1, Sentiero Italia, Via di Francesco, Cammino di Benedetto, Anello del Lago (Fucino).

In prima fila, nella ideazione e conduzione degli eventi, oltre una decina di comitati civici e associazioni locali da tempo impegnate nella riscoperta, protezione e valorizzazione dei propri territori.

Il festival è promosso e organizzato dal Gruppo Escursionistico Provincia di Roma (GEP) e dalla Organizzazione di Volontariato (OdV) valledesalto.it, con il patrocinio di FederTrek Escursionismo e Ambiente, Riserva Naturale dei monti Navegna e Cervia, Parco del Gran Sasso e Monti della Laga e Parco Naturale Regionale Sirente Velino. Hanno aderito realtà rappresentative del territorio tra cui la Biblioteca/Casa Museo Angelo Di Mario.  (nella locandina i loghi di tutti gli enti aderenti)

Per maggiori informazioni sui singoli eventi e per come parteciparvi visitare i siti di: www.escursionigep.itwww.valledelsalto.it e le pagine facebook di valledelsalto.it e del GEP – Gruppo escursionistico provincia di Roma. Tel: 333 1103656

» Evento Facebook

» Locandina 

— PROGRAMMA —

INIZIATIVE CULTURALI

Mostra: Le grandi opere della Valle del Salto dall’antichità ai nostri giorni.
S.Elpidio, Sala palestra dell’edificio scolastico di S. Elpidio, concessa cortesemente dall’Istituto Comprensivo di Petrella Salto.
Inaugurazione sabato 23 aprile 2016 ore 18.00
Apertura Domenica 24 e Lunedì 25 da ore 9.00 a ore 22.00.
Filmati tutti i giorni, tranne sabato, alle seguenti ore: 10.30; 12.00; 15.00; 16.30; 18.30 (Accesso non consentito durante le proiezioni).
Poster e filmati a cura di OdV valledelsalto.it
Per informazioni: 333 1103656 –  info@valledelsalto.itwww.valledelsalto.it

Mostre Video, fotografiche a cura dell’A.p.s. Amici di Staffoli 
Il borgo di Staffoli, patrimoni storico, archeologico, paesaggistico, architettonico e culturale;
Viaggiatori europei dell’Ottocento in visita a Staffoli con la collaborazione di valledelsalto.it.
Country House ‘Amici di Staffoli’, Via Nazionale snc – Staffoli (RI).
Sabato 23 Aprile 15:30/18:30
Domenica 24 Aprile: 9:30/12:30 – 15:30/18:30
In occasione della mostra presentazione del progetto “Adotta un sentiero”
Per informazioni: 347 8456084;  amicidistaffoli@gmail.com; facebook: “Amici di Staffoli

Una giornata con la regina della biodiversità – l’ape mellifera ligustica, la nostra ape italiana
a cura di Fattoria Val de’ Varri e Agriturismo Fonte dell’Acero
Val de’ Varri (Pescorocchiano)
Sabato 23/04/2016 o Lunedì 25/04/2016
Per prenotazioni e informazioni 0746 338251 – Roberto 333 351124; e-mail:  ferrariresini@tiscali.it. Sono gradite e necessarie le prenotazioni entro il giovedì 21/04/2016.

Compagni di viaggio. Una giornata per conoscere la storia, le tradizioni, i prodotti delle antiche razze domestiche italiane. Preparazione del formaggio
a cura di Fattoria Val de’ Varri e Agriturismo Fonte dell’Acero
Val de’ Varri (Pescorocchiano)
Domenica 24/04/2016
Per prenotazioni e informazioni 0746 1732173 Ilario 346 1831798; Maria 347 2636691; e-mail felliilario.if@gmail.com
Sono gradite e necessarie le prenotazioni entro il giovedì 21/04/2016.

A Vallecupola Terra di Poeti e di Pastori
a cura dell’Associazione Biblioteca Angelo Di Mario
Vallecupola (Rocca Sinibalda)
Domenica 24 aprile 2016: ore 15:00 Appuntamento con Angelo di Mario, Poeta-Scultore-Etruscologo,  nei locali della Biblioteca/Casa Museo; ore 15:30 Visita al Borgo; ore 16:30 Il Pastore Angelino e il Pecorino di Vallecupola (Angelino farà il pecorino all’interno del Palazzo Iacobuzzi). L’evento è curato interamente dalla Biblioteca.
Per informazioni: tel. 347 3628200 –  bibliotecadimario@libero.it – facebook: Biblioteca Angelo Di Mario

ESCURSIONI

SABATO 23 APRILE 2016 – Carsoli – Collalto Sabino:
DIFFICOLTA’: T/E DISLIVELLO: 400 m LUNGHEZZA: km 13
Escursioni GEP & Camminaturatrek
Claudia Rinaldi: 3477759761 – Pietro Giuliati: 3294293301

DOMENICA 24 APRILE 2016 – Collalto Sabino – Vallecupola:
DIFFICOLTA’: E DISLIVELLO: 450 m LUNGHEZZA: km 10.
Escursioni GEP & Camminaturatrek
Claudia Rinaldi: 3477759761 – Pietro Giuliati: 3294293301

DOMENICA 24 APRILE 2016 – Paganico Sabino – Vallecupola:
DIFFICOLTA’: T/E DISLIVELLO: 450 m LUNGHEZZA: km 12.
Camminando Con – Umberto Mazzenga: 3387863690

DOMENICA 24 APRILE 2016 – Girgenti – Vallecupola:
DIFFICOLTA’: E DISLIVELLO: 450 m LUNGHEZZA: km 9.
Associazione Culturale ‘Gergenti’ – 3475464742

DOMENICA 24 APRILE 2016 Monti del Cicolano “Monte La Serra” da Petrella Salto
DIFFICOLTA’: E DISLIVELLO: 400 m LUNGHEZZA: km 14
Escursioni Gep www.escursionigep.it
Gelsa Comodi: 338 1333380 – Roberto Piccotti: 331 6022926

LUNEDI’ 25 APRILE 2016 – Castel di Tora – Orvinio
DIFFICOLTA’: E DISLIVELLO: 600 mt LUNGHEZZA: km 18
Escursioni GEP & Camminaturatrek & Camminando Con
Claudia Rinaldi: 3477759761 – Pietro Giuliati: 3294293301
Umberto Mazzenga: 3387863690

LUNEDI’ 25 APRILE 2016 – “Riserva della Duchessa” Casali di Cartore, Bocca di Teve e Valle Ruara
DIFFICOLTA’: T DISLIVELLO: 150 m LUNGHEZZA: km 6-10
Escursioni Gep – Trek per Famiglie – www.escursionigep.it
Alessia Cella 3493116855 – Gianluca Paloni 3482993351

LUNEDI’ 25 APRILE 2016 – Corvaro  – S. Elpidio
DIFFICOLTÀ: E DISLIVELLO: 300 m LUNGHEZZA: km 10
Escursioni Gep – www.escursionigep.it –
Gelsa Comodi: 3381333380 – MariaStefania Arena: 3498608321

ESCURSIONI IN MOUNTAIN BIKE MTB

LUNEDI’ 25 APRILE 2016 – “Dintorni di Staffoli”
PERCORSO ROSSO – Km 17,80
PERCORSO VERDE – Km 8
Amici di Staffoli – 3478456084

Share
benneu

Al via l’Operazione Briganti con Eugenio Bennato

benneu

Al via la nuova iniziativa della Biblioteca Angelo Di Mario che lega la storia del territorio ai grandi cantautori italiani

AIUTACI! Offri il tuo contributo libero tramite bollettino postale sul C/C postale: 1018178721 intestato a Associazione Angelo Di Mario – nella causale indicare Operazione Briganti – Eugenio Bennato a Vallecupola. Sarà una occasione per ‘ascoltare musica di grande qualità’ ma anche per conoscere e far conoscere allo stesso Bennato, e a tutti gli amici che decideranno di aiutarci, la storia di una terra di confine, come quella della Valle del Salto (e in parte del Turano) ancora penalizzata, ignorata, sfruttata. Da chi? Basta pensare all’indotto economico dei due laghi artificiali del Salto e del Turano i cui guadagni non ricadono sul territorio, laghi che hanno comunque sommerso pianure fertili e borghi, hanno cancellato la storia. Una storia che deve essere conosciuta, deve diventare consapevolezza, altrimenti sarà ‘difficile ripartire’. La storia di questa Cenerentola del reatino (prima in Abruzzo) è anche legata fortemente all’Unità d’Italia, alla storia del Sud d’Italia, alla storia del brigantaggio, con straordinari personaggi come Bernardino Viola. I nomi di tutti i sostenitori saranno riportati sul materiale di promozione, foto e nomi saranno pubblicati sul sito sabinamagazine.it, inoltre saranno presentati durante l’evento. Perché proprio VOI sarete i protagonisti di un grande, fantastico evento, SOLO CON IL VOSTRO PREZIOSO AIUTO riusciremo a concretizzare un SOGNO!
L’esibizione sarà affiancata da un convegno/dibattito, prevista anche la partecipazione del noto discografico e giornalista Renato Marengo.

IL PROGRAMMA

primi di settembre 2016
data da definirsi

Il fenomeno del Brigantaggio ha radici storiche in questo territorio che apparteneva al Regno di Napoli prima dell’Unità d’Italia e che ha partorito personaggi come il brigante Viola (protagonista del libro Fontamara).
Da molti anni, nella zona di Rieti, non si teneva un convegno/esibizione sul Brigantaggio la cui comprensione potrebbe portare ad una maggiore focalizzazione dei problemi legati ad un mancato sviluppo del territorio del Lago del Salto e del Turano. Una ricostruzione storica precisa sarà affidata ai due grandi esperti in materia: Roberto Lorenzetti e Luciano Sarego (il primo ad avere pubblicato un libro sui briganti nella provincia di Rieti), Lorenzetti illustrerà anche i nuovi servizi offerti in materia di consultazione e disponibili presso l’Archivio di Stato di Rieti, Pietro Carrozzoni (altro noto studioso della storia locale) rivisiterà la figura del brigante.
Renato Marengo e Eugenio Bennato parleranno invece del brigantaggio nel napoletano e presenteranno il libro di Eugenio “Brigante se more”.
Bennato infine donerà ai presenti (post – convegno) un momento di alta musica grazie alla performance “Brigante se More”, spettacolo portato di recente all’Auditorium di Roma. Davvero fantastico!

Share
festapoesiav

Vallecupola Paese della Poesia: Laura Daniela Tusa vince “una mattonella di VERSI”

festapoesiav

Vallecupola Paese della Poesia: Laura Daniela Tusa vince “una mattonella di VERSI”

A vincere la prima edizione del concorso “una mattonella di VERSI”, lanciato dalla Biblioteca Angelo Di Mario in occasione della seconda edizione di Vallecupola Paese della Poesia, è Laura Daniela Tusa (bibliotecaria di Poggio Mirteto), con la sua poesia Padri e Madri. Il premio, conferito da una giuria di qualità presieduta da Sandro Angelucci e Franco Campegiani, dà il via a una iniziativa decisamente particolare, ogni edizione vedrà assegnare, come premio, la possibilità di vedersi immortalare lungo le vie del paese (i versi saranno dipinti su una mattonella di ceramica) la propria poesia. Alla mattonella di Daniela Tusa saranno affiancate per questa edizione altre due mattonelle, una ospiterà una poesia di Angelo Di Mario, l’altra di Gianni Rescigno. Grazie a questa iniziativa il borgo di Vallecupola si potrà caratterizzare nella Sabina come Paese della Poesia, nel quale cioè i visitatori potranno fermarsi, a leggere e riflettere, discutendo sui versi di poeti.

PADRI E MADRI
Padri e Madri
di figli
come pastori erranti
restano…
senza bussola persi
su una via della seta
così poco illuminata.
Ci sono stelle rotte
cadenti
a tutti gli angoli della Terra
che deviano il confine !
Fino a impazzire
il dolore che il graffio
lascia sulla pelle.
Padri e figli
come pastori erranti
senza odio
restano…
contando le foto di un sorriso
appena versato
nel piatto.

Share