Archivio mensile:luglio 2016

A Vallecupola partito il progetto della Biblioteca Diffusa

Anche a Vallecupola, nella Biblioteca Angelo Di Mario, è partito il progetto della BIBLIOTECA DIFFUSA, in sinergia con la RISERVA DI NAVEGNA E CERVIA e in collaborazione con la biblioteche di Paganico, Collalto, di Rocca Sinibalda e della Libera Biblioteca PG Terzi di Roma. Un progetto che, oltre a formare i giovani volontari, raccoglie una grande sfida, quella di attivare sinergie per iniziare a promuovere il territorio puntando proprio sulla cultura e sul libro quali attrattori turistici. Grazie a questo progetto la biblioteca sarà aperta tutti i giorni della settimana.

Share

A Vallecupola un corso di musica celtica

CELTICA BAND DI BOLOTTA BOLOTTACon il nostro amico e musicista CARLO BOLOTTA tutti i fine settimana sarà possibile seguire a VALLECUPOLA il nostro primo CORSO DI MUSICA CELTICA.
“Da un punto di vista organizzativo – ci spiega il docente – ha le stesse caratteristiche degli altri corsi con la particolarità che il repertorio è tratto dalla tradizione celtica.Le regole teoriche di questa musica sono molto simili a quelle della musica rock, come testimoniano le numerose celtic-rock band che attualmente riscuotono molto consenso non solo in scozia e irlanda. Chi è in grado di suonare musica rock può accostarsi senza problemi alla tradizione celtica, ci sono anche notevoli similitudini con la musica classica del periodo barocco (Bach,Handel,Vivaldi…), la differenza sta soprattutto nell’atmosfera e nello spirito di fondo che ovviamente sono particolari. Fermo restando che io sono disposto a fare il corso anche con un solo allievo, però proviamo a immaginare che ci siano più persone interessate a iscriversi. Lo strumento di base è la chitarra, acustica o elettrica e l’allievo deve portare lo strumento con sé; non è consigliabile (anche se si può chiudere un occhio) la chitarra classica che ha un manico troppo corto e monta corde di nylon poco adatte al suono celtico mentre sia la chitarra acustica (detta anche chitarra folk) che quella elettrica montano corde di metallo dal suono più brillante e hanno un manico più esteso che permette di raggiungere con le dita le note acute. La frequenza al corso è di una o due lezioni settimanali della durata variabile di un’ora-un’ora e mezzo. All’allievo saranno indicati titoli e interpreti di brani celtici facilmente reperibili su youtube dove possono ascoltare le versioni originali”.
Insomma: l’occasione di cimentarsi in un genere musicale molto adatto alle atmosfere di montagna, in una cornice come quella di Vallecupola e della Valle del Salto, è da non perdere! E con un vero professionista come Carlo Bolotta! Per le iscrizioni rivolgersi sempre al 3473628200 mail mgraziadimario@gmail.com
<iframe width=”420″ height=”315″ src=”https://www.youtube.com/embed/5SbS57Sfz1k” frameborder=”0″ allowfullscreen></iframe>

Salva

Salva

Salva

Share

Al via i corsi della Biblioteca Angelo Di Mario, dal canto a braccio al TELAIO

telaioAL VIA I CORSI PROPOSTI DALLA BIBLIOTECA ANGELO DI MARIO – CORSI CHE PARTONO DALLA STORIA E DALLE TRADIZIONI LOCALI E CHE SI SNODERANNO DURANTE TUTTO IL CORSO DELL’ANNO!!!!!!

riproponiamo

CORSO di canto a braccio a Vallecupola

Un corso di canto a braccio sarà organizzato dalla Biblioteca Angelo Di Mario (in sinergia con l’Albergo Diffuso di Vallecupola – Associazione Culturale Vallecupola e Associazione Amici della Sabina di Gianfranco Paris).
Si potrà tenere ogni week-end presso il Palazzo Iacobuzzi (o la sede della Biblioteca), e tratterà i seguenti argomenti:

CENNI STORICI SUL CANTO A BRACCIO:
divulgazione libri in ottava rima – la transumanza – il fascismo e le gare – il dopoguerra – i tempi nostri
LA TECNICA:
forma metrica – melodia – i contenuti – l’aspetto “estetico” – i temi
STRUMENTI D’APPRENDIMENTO:
uso della voce (anche solo nella lettura dell’ottava) – supporti audiovisivi – distici e ottave a rime alterne – composizione di un’ottava – come affrontare un tema
AMBIENTAZIONI ED ALTRE FORME METRICHE:
l’osteria – le ciaramelle e l’organetto – la terzina e la quartina – la serenata
Insegnanti: Giamogante – De Acutis (e/o altri professionisti), due grandi professionisti del settore che si esibiscono in varie città italiane. Nella serata finale i corsisti avranno l’opportunità di esibirisi all’interno di una scenografia che imiterà (come di tradizione) l’ambiente di osteria. Con questo corso si vuole recuperare questa tradizione legata alla pastorizia, ancora presente nella zona di Borbona, e perduta nelle altre località montane della Sabina. E’ una occasione per rispolverare le proprie conoscenze scolastiche relative alla rima e all’endecasillabo. Con l’occasione si potrà visitare il paesino di Vallecupola conosciuta per il suo ottimo pecorino che mantiene intatte le caratteristiche di genuinità grazie ad una artigianalità ancora tradizionale, qui sono ancora attivi 4 pastori e si possono ammirare i greggi di pecore che attraversano la splendida vallata. Una natura integra anche grazia al lavoro della Riserva naturale di Navegna e Cervia.

Corso di CUCITO/MAGLIA E TELAIO a cura del laboratorio Artigiano di Poggio Mirteto di Rosaria Panunzio (ugualmente potrà tenersi ogni week-end)

CUCITO
PUNTO CROCE
Tovaglietta americana con tovagliolo-spiegazione del punto ed esecuzione

MAGLIA
Il corso si articola su tre livelli e parte dalle nozioni di base
LIVELLO BASE
Montaggio delle maglie sui ferri (prodotto finale una sciarpa)
LIVELLO INTERMEDIO
Punti traforati e maglie cadute (una sciarpa – una stola – un copricostume)

LIVELLO AVANZATO
Lavorazione del pizzo coi cinque ferri (centro lavorato con i 5 ferri)

TELAIO
Storia e struttura del Telaio
Esecuzione di una pezza di tessuto

Il programma prevede
Arrivo a Vallecupola e accoglienza da parte della Biblioteca/Casa Museo Angelo Di Mario che offrirà un caffè e fornirà notizie sulla Casa Museo e storiche sul paese, sarà possibile anche consultare libri di altro argomento. Trasferimento presso il Palazzo Iacobuzzi e presentazione degli insegnanti.
Pausa pranzo
Ripresa delle lezioni
Cena e pernottamento (presso la locale Casa Ristorante e le camere messe a disposizione dagli abitanti/Albergo diffuso)
La mattina seguente visita del paesino e della Chiesa della Madonna della Neve che ospita il Volto Santo, unico esemplare presente nella Sabina.
Ripresa delle lezioni
Pausa Pranzo
Ultimazione e consegna (per la maglia-cucito e telaio) dei lavori effettuati
Per il canto a braccio esibizione finale

Le date verranno stabilite in base alle adesioni ricevute, minimo 10 iscritti.

per informazioni chiamare il 3473628200
mail mgraziadimario@gmail.com

MA LE SORPRESE NON FINISCONO QUI…

Salva

Salva

Share