Articolo in evidenza

A Vallecupola partito il progetto della Biblioteca Diffusa

Anche a Vallecupola, nella Biblioteca Angelo Di Mario, è partito il progetto della BIBLIOTECA DIFFUSA, in sinergia con la RISERVA DI NAVEGNA E CERVIA e in collaborazione con la biblioteche di Paganico, Collalto, di Rocca Sinibalda e della Libera Biblioteca PG Terzi di Roma. Un progetto che, oltre a formare i giovani volontari, raccoglie una grande sfida, quella di attivare sinergie per iniziare a promuovere il territorio puntando proprio sulla cultura e sul libro quali attrattori turistici. Grazie a questo progetto la biblioteca sarà aperta tutti i giorni della settimana.

Share
Articolo in evidenza

A Vallecupola un corso di musica celtica

CELTICA BAND DI BOLOTTA BOLOTTACon il nostro amico e musicista CARLO BOLOTTA tutti i fine settimana sarà possibile seguire a VALLECUPOLA il nostro primo CORSO DI MUSICA CELTICA.
“Da un punto di vista organizzativo – ci spiega il docente – ha le stesse caratteristiche degli altri corsi con la particolarità che il repertorio è tratto dalla tradizione celtica.Le regole teoriche di questa musica sono molto simili a quelle della musica rock, come testimoniano le numerose celtic-rock band che attualmente riscuotono molto consenso non solo in scozia e irlanda. Chi è in grado di suonare musica rock può accostarsi senza problemi alla tradizione celtica, ci sono anche notevoli similitudini con la musica classica del periodo barocco (Bach,Handel,Vivaldi…), la differenza sta soprattutto nell’atmosfera e nello spirito di fondo che ovviamente sono particolari. Fermo restando che io sono disposto a fare il corso anche con un solo allievo, però proviamo a immaginare che ci siano più persone interessate a iscriversi. Lo strumento di base è la chitarra, acustica o elettrica e l’allievo deve portare lo strumento con sé; non è consigliabile (anche se si può chiudere un occhio) la chitarra classica che ha un manico troppo corto e monta corde di nylon poco adatte al suono celtico mentre sia la chitarra acustica (detta anche chitarra folk) che quella elettrica montano corde di metallo dal suono più brillante e hanno un manico più esteso che permette di raggiungere con le dita le note acute. La frequenza al corso è di una o due lezioni settimanali della durata variabile di un’ora-un’ora e mezzo. All’allievo saranno indicati titoli e interpreti di brani celtici facilmente reperibili su youtube dove possono ascoltare le versioni originali”.
Insomma: l’occasione di cimentarsi in un genere musicale molto adatto alle atmosfere di montagna, in una cornice come quella di Vallecupola e della Valle del Salto, è da non perdere! E con un vero professionista come Carlo Bolotta! Per le iscrizioni rivolgersi sempre al 3473628200 mail mgraziadimario@gmail.com
<iframe width=”420″ height=”315″ src=”https://www.youtube.com/embed/5SbS57Sfz1k” frameborder=”0″ allowfullscreen></iframe>

Salva

Salva

Salva

Share
Articolo in evidenza

Al via i corsi della Biblioteca Angelo Di Mario, dal canto a braccio al TELAIO

telaioAL VIA I CORSI PROPOSTI DALLA BIBLIOTECA ANGELO DI MARIO – CORSI CHE PARTONO DALLA STORIA E DALLE TRADIZIONI LOCALI E CHE SI SNODERANNO DURANTE TUTTO IL CORSO DELL’ANNO!!!!!!

riproponiamo

CORSO di canto a braccio a Vallecupola

Un corso di canto a braccio sarà organizzato dalla Biblioteca Angelo Di Mario (in sinergia con l’Albergo Diffuso di Vallecupola – Associazione Culturale Vallecupola e Associazione Amici della Sabina di Gianfranco Paris).
Si potrà tenere ogni week-end presso il Palazzo Iacobuzzi (o la sede della Biblioteca), e tratterà i seguenti argomenti:

CENNI STORICI SUL CANTO A BRACCIO:
divulgazione libri in ottava rima – la transumanza – il fascismo e le gare – il dopoguerra – i tempi nostri
LA TECNICA:
forma metrica – melodia – i contenuti – l’aspetto “estetico” – i temi
STRUMENTI D’APPRENDIMENTO:
uso della voce (anche solo nella lettura dell’ottava) – supporti audiovisivi – distici e ottave a rime alterne – composizione di un’ottava – come affrontare un tema
AMBIENTAZIONI ED ALTRE FORME METRICHE:
l’osteria – le ciaramelle e l’organetto – la terzina e la quartina – la serenata
Insegnanti: Giamogante – De Acutis (e/o altri professionisti), due grandi professionisti del settore che si esibiscono in varie città italiane. Nella serata finale i corsisti avranno l’opportunità di esibirisi all’interno di una scenografia che imiterà (come di tradizione) l’ambiente di osteria. Con questo corso si vuole recuperare questa tradizione legata alla pastorizia, ancora presente nella zona di Borbona, e perduta nelle altre località montane della Sabina. E’ una occasione per rispolverare le proprie conoscenze scolastiche relative alla rima e all’endecasillabo. Con l’occasione si potrà visitare il paesino di Vallecupola conosciuta per il suo ottimo pecorino che mantiene intatte le caratteristiche di genuinità grazie ad una artigianalità ancora tradizionale, qui sono ancora attivi 4 pastori e si possono ammirare i greggi di pecore che attraversano la splendida vallata. Una natura integra anche grazia al lavoro della Riserva naturale di Navegna e Cervia.

Corso di CUCITO/MAGLIA E TELAIO a cura del laboratorio Artigiano di Poggio Mirteto di Rosaria Panunzio (ugualmente potrà tenersi ogni week-end)

CUCITO
PUNTO CROCE
Tovaglietta americana con tovagliolo-spiegazione del punto ed esecuzione

MAGLIA
Il corso si articola su tre livelli e parte dalle nozioni di base
LIVELLO BASE
Montaggio delle maglie sui ferri (prodotto finale una sciarpa)
LIVELLO INTERMEDIO
Punti traforati e maglie cadute (una sciarpa – una stola – un copricostume)

LIVELLO AVANZATO
Lavorazione del pizzo coi cinque ferri (centro lavorato con i 5 ferri)

TELAIO
Storia e struttura del Telaio
Esecuzione di una pezza di tessuto

Il programma prevede
Arrivo a Vallecupola e accoglienza da parte della Biblioteca/Casa Museo Angelo Di Mario che offrirà un caffè e fornirà notizie sulla Casa Museo e storiche sul paese, sarà possibile anche consultare libri di altro argomento. Trasferimento presso il Palazzo Iacobuzzi e presentazione degli insegnanti.
Pausa pranzo
Ripresa delle lezioni
Cena e pernottamento (presso la locale Casa Ristorante e le camere messe a disposizione dagli abitanti/Albergo diffuso)
La mattina seguente visita del paesino e della Chiesa della Madonna della Neve che ospita il Volto Santo, unico esemplare presente nella Sabina.
Ripresa delle lezioni
Pausa Pranzo
Ultimazione e consegna (per la maglia-cucito e telaio) dei lavori effettuati
Per il canto a braccio esibizione finale

Le date verranno stabilite in base alle adesioni ricevute, minimo 10 iscritti.

per informazioni chiamare il 3473628200
mail mgraziadimario@gmail.com

MA LE SORPRESE NON FINISCONO QUI…

Salva

Salva

Share
Articolo in evidenza
FOTO-primo piano DI-MARIO-150

Angelo Di Mario nostro concittadino: poeta, scultore, etruscologo: al via la prima edizione del concorso di disegno per i bambini delle scuole

FOTO-primo piano DI-MARIO-150

Grazie all’interessamento di Umberto Baglioni (del Gruppo consiliare  di minoranza del Comune di Rocca Sinibalda)  quest’anno si terrà la prima edizione del concorso di disegno dal titolo “Angelo Di Mario nostro concittadino: poeta scultore etruscologo”. Parteciperà  il plesso di Rocca Sinibalda, previsti premi sia per i vincitori che per tutti i partecipanti. Nella giuria gli artisti: Martina D’Alessandro Enrico De Sisto, Franco Durelli, Gianni Turina, I bambini realizzeranno dei disegni ispirandosi agli haiku scritti da Angelo Di Mario. Umberto Baglioni ha donato alla scuola il materiale necessario.

Share
Articolo in evidenza
5permille

Donate il vostro5xmille a Vallecupola

5permillePerché donare il 5x mille alla Associazione Angelo Di Mario di Vallecupola? Perché ha già realizzato FATTI CONCRETI.

Quali?

Grazie alla Associazione, nata per mettere a disposizione della collettività, non solo di Vallecupola, ma della Sabina intera, il patrimonio di Angelo Di Mario (poeta, scultore ed etruscologo originario del paesino) è stata fondata una Biblioteca  in un paese dove sono rimaste solo 4o persone residenti, senza un negozio, un bar, un ristorante, un borgo immerso in uno scenario naturalistico incontaminato, completamente abbandonato e sottovalutato nelle potenzialità turistiche.

La Biblioteca, aperta il venerdì e il sabato, gestisce un patrimonio librario importante, circa 6000 tra libri e riviste che si possono consultare in qualsiasi luogo d’Italia e del mondo, dal momento che è inserita ufficialmente nel catalogo del Sistema Bibliotecario Nazionale (SBN) dell’Istituto Centrale per il Catalogo Unico (ICCU). Un fatto davvero straordinario per un paesino come Vallecupola e per le Valli  del Salto e del Turano. Il valore dei materiali e la personalità poliedrica di Angelo Di Mario hanno portato sia al riconoscimento da parte del Mibac che dalla Regione Lazio, grazie alla quale la Biblioteca è anche nominata come CASA MUSEO.

Grazie all’esposto inviato dalla direttrice alla Procura della Repubblica è stato attivato anche INTERNET,  qualsiasi visitatore ora può, accedendo in biblioteca, usufruire del servizio gratuitamente.

La Biblioteca ha organizzato nell’arco di un anno 11 eventi culturali portando sul posto almeno duemila persone ed ha sempre coinvolto nella sua attività l’Associazione Culturale di Vallecupola, proprio per cercare di restituire  nei giovani la fiducia nella potenzialità del paese.

L’Associazione ha promosso l’idea dell’ALBERGO DIFFUSO ed attratto alcuni operatori turistici che si stanno organizzando per portare nel paesino turisti dall’Inghilterra e dalla Germania.

L’Associazione ha creato OCCUPAZIONE: nel 2015 con un contratto a progetto del quale ha usufruito un giovane di Vallecupola, nel 2016 è stato invece attivato un contratto di Garanzia Giovani sempre a favore di un giovane originario del posto.

L’Associazione sta operando con le scuole del territorio per far conoscere ai bambini la loro storia, in particolare è stato attivato il progetto “Te la racconto io la mia storia” in sinergia con l’Istituto di Torricella in Sabina Marco Polo, che ha coinvolto in laboratori didattici e visite circa 250 bambini, dall’asilo alla scuola media. Anche questo progetto è stato svolto a costo zero per la scuola, la Biblioteca ha operato gratuitamente. Sempre con l’Istituto di Torricella (e grazie all’interessamento di Umberto Baglioni) quest’anno si terrà la prima edizione del concorso di disegno dal titolo “Angelo Di Mario nostro concittadino: poeta scultore etruscologo”. E’ coinvolto il plesso di Rocca Sinibalda.

Grazie all’interessamento della Biblioteca la Fondazione Varrone ha inoltre riconosciuto alla scuola un numero di computer che copre il fabbisogno delle sezioni presenti nei vari paesini.

L’Associazione è entrata in sinergia con La Riserva di Navegna e Cervia, a giugno 2016 partiranno l’importante progetto dell’Ippovia e della Biblioteca Diffusa.

DUNQUE L’ASSOCIAZIONE, SENZA RISORSE DI ALCUN TIPO, HA FATTO FATTI E NON PAROLE, FATTI CONCRETI.

PER QUESTO TI CHIEDIAMO DI SOSTENERCI: PERCHE’ ABBIAMO CREDUTO CHE DALLA ‘CULTURA ‘ POTESSE RIPARTIRE L’ECONOMIA

 

E SIAMO SOLO ALL’INIZIO DI UNA ‘FANTASTICA AVVENTURA’

 

Share
Articolo in evidenza
festivaldellevalli

Festival delle Valli: tra i partner la Biblioteca Angelo Di Mario

festivaldellevalli

Dal 23 al 25 aprile 2016 il primo Festival delle Valli Salto, Turano e Velino in provincia di Rieti con la partecipazione della Biblioteca Angelo Di Mario

15 eventi tra escursioni a piedi e in bici, mostre, esperienze interattive con la biodiversità, tra antichi borghi e sentieri sparpagliati nelle tre valli, attraversate da itinerari di lunga percorrenza: Sentiero Europeo E1, Sentiero Italia, Via di Francesco, Cammino di Benedetto, Anello del Lago (Fucino).

In prima fila, nella ideazione e conduzione degli eventi, oltre una decina di comitati civici e associazioni locali da tempo impegnate nella riscoperta, protezione e valorizzazione dei propri territori.

Il festival è promosso e organizzato dal Gruppo Escursionistico Provincia di Roma (GEP) e dalla Organizzazione di Volontariato (OdV) valledesalto.it, con il patrocinio di FederTrek Escursionismo e Ambiente, Riserva Naturale dei monti Navegna e Cervia, Parco del Gran Sasso e Monti della Laga e Parco Naturale Regionale Sirente Velino. Hanno aderito realtà rappresentative del territorio tra cui la Biblioteca/Casa Museo Angelo Di Mario.  (nella locandina i loghi di tutti gli enti aderenti)

Per maggiori informazioni sui singoli eventi e per come parteciparvi visitare i siti di: www.escursionigep.itwww.valledelsalto.it e le pagine facebook di valledelsalto.it e del GEP – Gruppo escursionistico provincia di Roma. Tel: 333 1103656

» Evento Facebook

» Locandina 

— PROGRAMMA —

INIZIATIVE CULTURALI

Mostra: Le grandi opere della Valle del Salto dall’antichità ai nostri giorni.
S.Elpidio, Sala palestra dell’edificio scolastico di S. Elpidio, concessa cortesemente dall’Istituto Comprensivo di Petrella Salto.
Inaugurazione sabato 23 aprile 2016 ore 18.00
Apertura Domenica 24 e Lunedì 25 da ore 9.00 a ore 22.00.
Filmati tutti i giorni, tranne sabato, alle seguenti ore: 10.30; 12.00; 15.00; 16.30; 18.30 (Accesso non consentito durante le proiezioni).
Poster e filmati a cura di OdV valledelsalto.it
Per informazioni: 333 1103656 –  info@valledelsalto.itwww.valledelsalto.it

Mostre Video, fotografiche a cura dell’A.p.s. Amici di Staffoli 
Il borgo di Staffoli, patrimoni storico, archeologico, paesaggistico, architettonico e culturale;
Viaggiatori europei dell’Ottocento in visita a Staffoli con la collaborazione di valledelsalto.it.
Country House ‘Amici di Staffoli’, Via Nazionale snc – Staffoli (RI).
Sabato 23 Aprile 15:30/18:30
Domenica 24 Aprile: 9:30/12:30 – 15:30/18:30
In occasione della mostra presentazione del progetto “Adotta un sentiero”
Per informazioni: 347 8456084;  amicidistaffoli@gmail.com; facebook: “Amici di Staffoli

Una giornata con la regina della biodiversità – l’ape mellifera ligustica, la nostra ape italiana
a cura di Fattoria Val de’ Varri e Agriturismo Fonte dell’Acero
Val de’ Varri (Pescorocchiano)
Sabato 23/04/2016 o Lunedì 25/04/2016
Per prenotazioni e informazioni 0746 338251 – Roberto 333 351124; e-mail:  ferrariresini@tiscali.it. Sono gradite e necessarie le prenotazioni entro il giovedì 21/04/2016.

Compagni di viaggio. Una giornata per conoscere la storia, le tradizioni, i prodotti delle antiche razze domestiche italiane. Preparazione del formaggio
a cura di Fattoria Val de’ Varri e Agriturismo Fonte dell’Acero
Val de’ Varri (Pescorocchiano)
Domenica 24/04/2016
Per prenotazioni e informazioni 0746 1732173 Ilario 346 1831798; Maria 347 2636691; e-mail felliilario.if@gmail.com
Sono gradite e necessarie le prenotazioni entro il giovedì 21/04/2016.

A Vallecupola Terra di Poeti e di Pastori
a cura dell’Associazione Biblioteca Angelo Di Mario
Vallecupola (Rocca Sinibalda)
Domenica 24 aprile 2016: ore 15:00 Appuntamento con Angelo di Mario, Poeta-Scultore-Etruscologo,  nei locali della Biblioteca/Casa Museo; ore 15:30 Visita al Borgo; ore 16:30 Il Pastore Angelino e il Pecorino di Vallecupola (Angelino farà il pecorino all’interno del Palazzo Iacobuzzi). L’evento è curato interamente dalla Biblioteca.
Per informazioni: tel. 347 3628200 –  bibliotecadimario@libero.it – facebook: Biblioteca Angelo Di Mario

ESCURSIONI

SABATO 23 APRILE 2016 – Carsoli – Collalto Sabino:
DIFFICOLTA’: T/E DISLIVELLO: 400 m LUNGHEZZA: km 13
Escursioni GEP & Camminaturatrek
Claudia Rinaldi: 3477759761 – Pietro Giuliati: 3294293301

DOMENICA 24 APRILE 2016 – Collalto Sabino – Vallecupola:
DIFFICOLTA’: E DISLIVELLO: 450 m LUNGHEZZA: km 10.
Escursioni GEP & Camminaturatrek
Claudia Rinaldi: 3477759761 – Pietro Giuliati: 3294293301

DOMENICA 24 APRILE 2016 – Paganico Sabino – Vallecupola:
DIFFICOLTA’: T/E DISLIVELLO: 450 m LUNGHEZZA: km 12.
Camminando Con – Umberto Mazzenga: 3387863690

DOMENICA 24 APRILE 2016 – Girgenti – Vallecupola:
DIFFICOLTA’: E DISLIVELLO: 450 m LUNGHEZZA: km 9.
Associazione Culturale ‘Gergenti’ – 3475464742

DOMENICA 24 APRILE 2016 Monti del Cicolano “Monte La Serra” da Petrella Salto
DIFFICOLTA’: E DISLIVELLO: 400 m LUNGHEZZA: km 14
Escursioni Gep www.escursionigep.it
Gelsa Comodi: 338 1333380 – Roberto Piccotti: 331 6022926

LUNEDI’ 25 APRILE 2016 – Castel di Tora – Orvinio
DIFFICOLTA’: E DISLIVELLO: 600 mt LUNGHEZZA: km 18
Escursioni GEP & Camminaturatrek & Camminando Con
Claudia Rinaldi: 3477759761 – Pietro Giuliati: 3294293301
Umberto Mazzenga: 3387863690

LUNEDI’ 25 APRILE 2016 – “Riserva della Duchessa” Casali di Cartore, Bocca di Teve e Valle Ruara
DIFFICOLTA’: T DISLIVELLO: 150 m LUNGHEZZA: km 6-10
Escursioni Gep – Trek per Famiglie – www.escursionigep.it
Alessia Cella 3493116855 – Gianluca Paloni 3482993351

LUNEDI’ 25 APRILE 2016 – Corvaro  – S. Elpidio
DIFFICOLTÀ: E DISLIVELLO: 300 m LUNGHEZZA: km 10
Escursioni Gep – www.escursionigep.it –
Gelsa Comodi: 3381333380 – MariaStefania Arena: 3498608321

ESCURSIONI IN MOUNTAIN BIKE MTB

LUNEDI’ 25 APRILE 2016 – “Dintorni di Staffoli”
PERCORSO ROSSO – Km 17,80
PERCORSO VERDE – Km 8
Amici di Staffoli – 3478456084

Share
Articolo in evidenza
benneu

Al via l’Operazione Briganti con Eugenio Bennato

benneu

Al via la nuova iniziativa della Biblioteca Angelo Di Mario che lega la storia del territorio ai grandi cantautori italiani

AIUTACI! Offri il tuo contributo libero tramite bollettino postale sul C/C postale: 1018178721 intestato a Associazione Angelo Di Mario – nella causale indicare Operazione Briganti – Eugenio Bennato a Vallecupola. Sarà una occasione per ‘ascoltare musica di grande qualità’ ma anche per conoscere e far conoscere allo stesso Bennato, e a tutti gli amici che decideranno di aiutarci, la storia di una terra di confine, come quella della Valle del Salto (e in parte del Turano) ancora penalizzata, ignorata, sfruttata. Da chi? Basta pensare all’indotto economico dei due laghi artificiali del Salto e del Turano i cui guadagni non ricadono sul territorio, laghi che hanno comunque sommerso pianure fertili e borghi, hanno cancellato la storia. Una storia che deve essere conosciuta, deve diventare consapevolezza, altrimenti sarà ‘difficile ripartire’. La storia di questa Cenerentola del reatino (prima in Abruzzo) è anche legata fortemente all’Unità d’Italia, alla storia del Sud d’Italia, alla storia del brigantaggio, con straordinari personaggi come Bernardino Viola. I nomi di tutti i sostenitori saranno riportati sul materiale di promozione, foto e nomi saranno pubblicati sul sito sabinamagazine.it, inoltre saranno presentati durante l’evento. Perché proprio VOI sarete i protagonisti di un grande, fantastico evento, SOLO CON IL VOSTRO PREZIOSO AIUTO riusciremo a concretizzare un SOGNO!
L’esibizione sarà affiancata da un convegno/dibattito, prevista anche la partecipazione del noto discografico e giornalista Renato Marengo.

IL PROGRAMMA

primi di settembre 2016
data da definirsi

Il fenomeno del Brigantaggio ha radici storiche in questo territorio che apparteneva al Regno di Napoli prima dell’Unità d’Italia e che ha partorito personaggi come il brigante Viola (protagonista del libro Fontamara).
Da molti anni, nella zona di Rieti, non si teneva un convegno/esibizione sul Brigantaggio la cui comprensione potrebbe portare ad una maggiore focalizzazione dei problemi legati ad un mancato sviluppo del territorio del Lago del Salto e del Turano. Una ricostruzione storica precisa sarà affidata ai due grandi esperti in materia: Roberto Lorenzetti e Luciano Sarego (il primo ad avere pubblicato un libro sui briganti nella provincia di Rieti), Lorenzetti illustrerà anche i nuovi servizi offerti in materia di consultazione e disponibili presso l’Archivio di Stato di Rieti, Pietro Carrozzoni (altro noto studioso della storia locale) rivisiterà la figura del brigante.
Renato Marengo e Eugenio Bennato parleranno invece del brigantaggio nel napoletano e presenteranno il libro di Eugenio “Brigante se more”.
Bennato infine donerà ai presenti (post – convegno) un momento di alta musica grazie alla performance “Brigante se More”, spettacolo portato di recente all’Auditorium di Roma. Davvero fantastico!

Share
Articolo in evidenza

Improvvisazione poetica: al via il laboratorio con le scuole medie

laboratorio

Poeti contadini e canto a braccio, questo il tema affrontato,  nell’ambito del Laboratorio Te la racconto io la mia storia, promosso dalla Biblioteca Angelo Di Mario in sinergia con l’Istituto Marco Polo di Torricella in Sabina. Questo argomento sarà approfondito dai ragazzi delle scuole medie di Rocca Sinibalda e Monteleone e rappresenterà un filone nuovo di ricerca.

“Si parla molto di canto a braccio indicando come zona principe Borbona, ma dai documenti presenti in biblioteca sembra proprio che questo  fenomeno sia stato presente anche nella Valle del Turano, d’altra parte la poesia contadina e soprattutto il canto a braccio sono realtà tipiche della civiltà contadina e soprattutto pastorale tipiche di questo territorio, qui però finora nessuna indagine seria e completa è stata realizzata,  mi vengono in mente i canti della nostalgia di Longone, o La Moresca di Paganico”, spiega Maria Grazia Di Mario, direttrice della Biblioteca/Casa Museo. Di poesia contadina moderna legata alla Bassa Sabina ha parlato il professore Biagio Cipolletta,  dando indicazioni di base storiche anche sul canto a braccio di Borbona. Questo laboratorio rappresenta il fiore all’occhiello nell’ambito del progetto in quanto  ha l’ambizione di voler scoprire ed andare ad integrare uno spazio di ricerca vergine.

All’incontro hanno partecipato circa 60 ragazzi, accompagnati dal corpo docente. Ai ragazzi è stata presentata anche la produzione poetica di Angelo Di Mario, dagli Haiku ai poemi più recenti, come ad esempio Il Libro, nel quale l’autore anticipa, con uno stile tra poesia e saggistica, i mali del presente storico, un’opera che potrebbe aiutare i ragazzi ad avvicinarsi al mondo della poesia quale strumento di comprensione della realtà. La poesia dunque come protagonista dell’incontro: poesia contadina, canto a braccio, poesia legata ai ritmi ed alle emozioni della natura, poesia di contenuto sociale.

 

Non possiamo, per questione di privacy, pubblicare le foto dei ragazzi delle scuole medie di Monteleone e Rocca Sinibalda, nella foto il professore Biagio Cipolletta all’interno del Palazzo Iacobuzzi parla dei poeti contadini nella Sabina di oggi.

 scrivono di noi:

vallecupola corso con le scuole

 

Share
Articolo in evidenza
festapoesiav

Vallecupola Paese della Poesia: Laura Daniela Tusa vince “una mattonella di VERSI”

festapoesiav

Vallecupola Paese della Poesia: Laura Daniela Tusa vince “una mattonella di VERSI”

A vincere la prima edizione del concorso “una mattonella di VERSI”, lanciato dalla Biblioteca Angelo Di Mario in occasione della seconda edizione di Vallecupola Paese della Poesia, è Laura Daniela Tusa (bibliotecaria di Poggio Mirteto), con la sua poesia Padri e Madri. Il premio, conferito da una giuria di qualità presieduta da Sandro Angelucci e Franco Campegiani, dà il via a una iniziativa decisamente particolare, ogni edizione vedrà assegnare, come premio, la possibilità di vedersi immortalare lungo le vie del paese (i versi saranno dipinti su una mattonella di ceramica) la propria poesia. Alla mattonella di Daniela Tusa saranno affiancate per questa edizione altre due mattonelle, una ospiterà una poesia di Angelo Di Mario, l’altra di Gianni Rescigno. Grazie a questa iniziativa il borgo di Vallecupola si potrà caratterizzare nella Sabina come Paese della Poesia, nel quale cioè i visitatori potranno fermarsi, a leggere e riflettere, discutendo sui versi di poeti.

PADRI E MADRI
Padri e Madri
di figli
come pastori erranti
restano…
senza bussola persi
su una via della seta
così poco illuminata.
Ci sono stelle rotte
cadenti
a tutti gli angoli della Terra
che deviano il confine !
Fino a impazzire
il dolore che il graffio
lascia sulla pelle.
Padri e figli
come pastori erranti
senza odio
restano…
contando le foto di un sorriso
appena versato
nel piatto.

Share
Articolo in evidenza

Te la racconto io la mia storia!

pastori a vallecupola

Te la racconto io la mia storia

A Vallecupola primo appuntamento con  “Te la racconto io la mia storia”, progetto che nasce dalla Biblioteca Angelo Di Mario e che vede l’adesione dell’Istituto Comprensivo Marco Polo di Torricella in Sabina.  Venerdì 13 novembre 2015 i bambini di Belmonte visiteranno la Biblioteca Casa Museo Angelo Di Mario ed assisteranno alla lavorazione del formaggio pecorino, grazie alla presenza del pastore Angelino.

“Stimolare la curiosità, la ricerca ed il coinvolgimento dei ragazzi e insieme delle realtà presenti sul territorio, fornire materiali informativi e allo stesso tempo sollecitare una interattività creativa attraverso la realizzazione di interviste e di un percorso  di scrittura guidato, materiale che sarà oggetto, a fine anno scolastico, di una pubblicazione e presentazione pubblica”, è questo l’obiettivo che vedrà protagonisti  i bambini e insegnanti dei plessi di Longone, Collalto, Monteleone, Torricella, Colle di Tora, Belmonte, Rocca Sinibalda.

” L’obiettivo e di suscitare anche nei più piccoli il gusto di riscoprire il passato, si vuole dare loro la possibilità di conoscere la terra di appartenenza e comprendere le trasformazioni nel corso del tempo – spiega la direttrice della Biblioteca Maria Grazia Di Mario che ringrazia la preside Maria Desideri e la referente scolastica Tiziana Dilario, con l’intero corpo docente, per aver aderito all’iniziativa  svolta interamente in maniera volontaristica  -. Recuperare la memoria storica e capire il presente sono i punti forti del programma che  porterà gli  alunni  a rotazione nel paesino, quale centro di documentazione e punto di snodo verso l’intera area della Valle del Turano. Grazie alla ricca collezione di libri a carattere locale, gli alunni potranno approfondire la conoscenza storica, riconoscere i materiali presenti  selezionando  quelli utili a sviluppare argomenti di ricerca; saper trarre informazioni da documenti, immagini e testimonianze; acquisire proprietà di scrittura. Recuperare la memoria storica vuol dire anche incontrare il presente attraverso sopralluoghi e raccolta di testimonianze sul campo (interviste a pastori, contadini, operatori locali)”.   I temi scelti dalle insegnanti per il percorso didattico sono: la pastorizia e il mondo agricolo (scuola materna e primaria), la poesia dei pastori e il canto a braccio (scuola secondaria). E’ previsto un incontro/laboratorio con i maestri di canto a braccio Giampiero Giamogante e Donato De Acutis.

Share